Il vantaggi del cloud applicato al software sono noti: il SaaS permette di risparmiare su costi hardware e sull'acquisto di licenze, oltre a garantire maggiore flessiblità e adattabilità nel tempo. Questo è vero anche per le soluzioni di gestione e controllo degli apparati di rete (firewall, access point e sandbox), come FortiCloud di Fortinet: con la nuova versione 3.2, appena presentata e già disponibile, a questi benefici si aggiungono alcune novità che rendono questa offerta più completa. Nata per centralizzare le operazioni di sicurezza sui dispositivi FortiGate, questa soluzione può essere utilizzata direttamente dalle aziende clienti (principalmente piccole e medie imprese) o affidata a un Managed Security Service Provider, ed è attualmente impiegata su oltre 280mila dispositivi.

Con le ultime aggiunte, FortiCloud 3.2 consente ora di centralizzare implementazione, gestione e analisi delle soluzioni di Unified Threat Management, Wireless Access Point, Switch e Sandboxing di Fortinet. Da un'unica interfaccia cloud è possibile implementare, configurare, monitorare ed eseguire operazioni di troubleshooting, oltre che eseguire il controllo granulare degli accessi e delle policy d'uso delle applicazioni.

L’integrazione della sandbox rafforza la protezione contro le minacce avanzate e zero-day. Si può, inoltre, sfruttare strumenti di provisioning pre-configurato e basato su cloud. Rimangono, chiaramente, confermate le funzionalità analisi e log retention già presenti nelle precedenti versioni.

 

 

La protezione contro minacce complesse e in costante evoluzione”, ha sottolineato John Maddison, senior vice president of products and solutions di Fortinet, “è una sfida per le aziende di grandi dimensioni e presenta ancora più rischi per le Pmi, spesso limitate in termini di risorse umane ed economiche. Questa è la ragione per cui Fortinet ha offerto soluzioni di sicurezza avanzate con la semplicità di utilizzo e la flessibilità necessarie per ottimizzare le difese dell’azienda e le sue risorse. FortiCloud 3.2 centralizza ed estende i controlli sulle soluzioni del Security Fabric per consentire alle Pmi di dedicare meno tempo alla propria sicurezza e focalizzarsi maggiormente sulla crescita del business”.