Gli Zenbook di Asus si sono rifatti il look, grazie soprattutto a un’evidente cura dimagrante. Dall’Ifa di Berlino la casa taiwanese ha presentato gli aggiornamenti per il 2018 di tutta la propria linea di Pc portatili di fascia media. Un upgrade che riguarda gli Zenbook da 13, 14 e 15 pollici e che ha coinvolto in particolare le dimensioni delle cornici: notevolmente ridotte, in modo da ospitare ora la stessa diagonale dei display in un guscio sensibilmente più piccolo rispetto alla precedente generazione. I modelli da 13 e 14 pollici offrono schermi Full Hd (1.920 x 1.080 pixel), mentre quello più grande mette a disposizione un pannello 4K. Incastonata nella parte superiore della sottile cornice si trova la webcam, con risoluzione Hd e compatibile con il sistema di riconoscimento biometrico Windows Hello.

Aprendo lo schermo, la particolare cerniera Ergolift solleva leggermente la tastiera per migliorare l’ergonomia della scrittura, oltre che la diffusione sonora e il raffreddamento del computer. Tutti i notebook sono equipaggiati con processori Intel Core di ottava generazione (i5 o i7, ma gli Zenbook Pro possono essere configurati anche con Core i9) e con un massimo di 16 GB di memoria 2.133 MHz Lpddr3 e 1 TB di storage Ssd.

La scheda grafica integrata è il modello Intel Uhd 620, ma in opzione si possono scegliere Gpu Nvidia Geforce Mx150 con 2 GB di memoria virtuale Gddr5. Gli Zenbook integrano due porte Usb-A e una Usb-C (che supporta anche la ricarica), oltre a un lettore di microSd. L’azienda taiwanese ha poi deciso di arricchire il touchpad, trasformandolo in uno “screenpad”.

Con la pressione di un tasto, il classico pannello sostitutivo del mouse diventa infatti un vero e proprio secondo schermo Full Hd da 5,5 pollici, i cui comandi variano a seconda delle applicazioni aperte: controlli multimediali, possibilità di lanciare app specifiche (come quella di Spotify) e di espandere lo schermo principale. In questo modo, il display si avvicina come praticità d’uso alla Touch Bar dei Macbook Pro del 2016.

Non è una vera e propria novità, in quanto chi scrive è proprietario di un portatile Asus del 2008 che presentava una funzione analoga ma ovviamente meno performante. Si tratta comunque di qualcosa di diverso, che potrebbe servire all’azienda asiatica per attrarre nuovi clienti. Per chiudere, gli Zenbook supportano anche i controlli vocali di Amazon Alexa, oltre a quelli integrati di Cortana per Windows 10. Il vendor non ha ancora annunciato i prezzi ufficiali per l’Italia, ma i Pc negli Usa partiranno da 900 dollari.