Tim e Cisco tornano sulla collaborazione avviata un anno fa, ampliandola. Le due aziende hanno annunciato dal Mobile World Congress di Barcellona che, nel corso del 2019, il servizio Tim Safe Web sarà esteso anche ai clienti business mobile dell’ex monopolista. La soluzione, che protegge le aziende da ramsomware, phishing e altre minacce senza bisogno di installazioni aggiuntive, è erogata anche in Italia tramite la piattaforma Cisco Umbrella ed è già disponibile per oltre 600mila clienti business di rete fissa di Tim. Unendo le funzionalità della tecnologia di configurazione Dns del colosso statunitense all’intelligence del team di cybersicurezza Talos, il servizio blocca ogni giorno a livello globale venti miliardi di potenziali minacce.

Inoltre, grazie alla collaborazione con Cisco, l’operatore potrà ampliare la propria offerta di soluzioni gestite Sd-Wan integrando nella console le tecnologie Meraki e Viptela, dedicate alle reti definite dal software. In questo modo, ad esempio, sarà possibile mettere a disposizione delle imprese servizi di accesso ibrido fisso e mobile; controllo e ottimizzazione delle prestazioni delle applicazioni del cliente; routing e bilanciamento su base applicativa e molto altro.

Cisco e Tim offriranno soluzioni pensate per ambienti It semplici sia per infrastrutture più complesse, che consentono maggiore personalizzazione e funzionalità evolute di instradamento del traffico, oltre a sicurezza con protezione dalle minacce, segmentazione e ottimizzazione della connettività verso ambienti multi-cloud.