La battaglia nel settore dei Pos (Point-of-sale) portatili potrebbe vedere presto un nuovo protagonista. Molto grande. Secondo quanto riportato dal sito statunitense 9to5Mac.com, Amazon potrebbe far debuttare il mese prossimo la sua soluzione, che andrebbe così a confrontarsi con quanto da tempo proposto da Square, Payleven, PayPal e altri. Secondo le indiscrezioni trapelate, l’Amazon Card Reader verrebbe proposto inizialmente dalla catena Staples a partire dal prossimo 12 agosto al prezzo di dieci dollari. Difficile dire se un’indiscrezione di questo tipo possa essere confermata o meno, ma il fatto che proprio la settimana scorsa Amazon abbia lanciato una nuova app per Android che gestisce portafogli virtuali (Wallet) e che consente di gestire le spese e i budget personali potrebbe essere l’indizio decisivo.

Card Reader e Wallet potrebbero quindi operare insieme. Il recente lancio del Fire Phone e le indiscrezioni che riferiscono di un intenso lavoro di sviluppo sul riconoscimento delle impronte digitali sembrano indicare un interesse globale di Amazon per i pagamenti sicuri in mobilità.

In Italia, dove la normativa entrata in vigore a fine giugno impone a tutti i professionisti di dotarsi di Pos per offrire ai clienti che la richiedono la possibilità di pagare tramite Bancomat o carta di credito gli importi superiori ai trenta euro, c’è molto fermento. Poche settimane fa Telecom Italia ha siglato un accordo con Payleven per offrire un Pos portatile a condizioni economiche contenute, e 3 Italia e Ubi Banca, con il supporto di CartaSi, hanno lanciato un’analoga offerta la scorsa settimana. Vodafone intanto lavora con Intesa Sanpaolo e Setefi, mentre Wind si appoggia a BNL e Mobo.