Le applicazioni native di Windows 10 per email e calendario continuano a crescere. Lo scorso febbraio Microsoft ha introdotto una funzionalità nell’app Posta che permette, grazie ad algoritmi di intelligenza artificiale, di categorizzare in automatico i messaggi in evidenza separandoli dagli “altri”, ritenuti meno importanti. In parallelo, l’azienda aveva introdotto alcune novità anche nel software Calendario, come la possibilità di vedere i viaggi prenotati di recente o lo stato degli acquisti online, prelevando informazioni direttamente dall’applicazione Posta. Ma, fino a qualche ore fa, le funzionalità erano compatibili solo con gli account utente di casa Microsoft, quindi tutti quelli targati Outlook od Hotmail.

Ebbene, le cose sono cambiate. Il gruppo di Redmond ha annunciato il supporto anche dei profili Gmail, anche se per il momento la distribuzione della nuova funzionalità è prevista soltanto per gli iscritti al programma Windows Insider e avverrà in modo graduale. L’obiettivo della società è quello di testare l’aggiornamento, ricevere come al solito i feedback degli utenti e poi valutare le modifiche da apportare per il lancio in grande stile della novità.

Per il corretto funzionamento della sincronizzazione, però, sarà necessario approvare la copia di email, dati del calendario e contatti sul cloud di Microsoft. In questo modo sarà possibile mantenere traccia dei nuovi messaggi depositati su Gmail, oltre che di tutte le variazioni che il sistema di Redmond dovrà monitorare per abilitare lo smistamento “intelligente” della corrispondenza.