La collaborazione tra Poste Italiane e Amazon inizia a dare i primi frutti. L’operatore ha annunciato un nuovo servizio di consegne in giornata in nove città della Penisola (Bari, Bologna, Firenze, Milano, Napoli, Padova, Roma, Torino e Verona) sfruttando la propria “rete dei portalettere”. Inoltre, Poste Italiane ha “ampliato il numero dei centri presso i quali è in funzione il servizio di recapito nella giornata del sabato e quello delle località con servizi di consegna entro 24 ore, includendo Sicilia e Sardegna grazie a nuovi collegamenti aerei”. Il modello logistica su cui si basa l’espansione dei piani dell’operatore è quello della “Joint Delivery”, introdotto lo scorso anno: il sistema prevede la consegna pomeridiana e nei fine settimana tramite 27.000 portalettere, il corriere espresso Sda e la compagnia aerea del gruppo, MistralAir.

Non manca inoltre la rete di tabaccai ed esercizi commerciali affiliati (sono più di 3.000) che permette di ritirare in negozio gli acquisti effettuati su Amazon. Secondo dati forniti da Poste Italiane, nel 2018 sono stati recapitati oltre oltre 127 milioni di pacchi, per una crescita del 12,6 per cento anno su anno. Da evidenziare l’interessante aumento dei volumi business-to-consumer, che hanno registrato un incremento del 27 per cento rispetto al 2017.

L’accordo siglato l’anno scorso fra Poste Italiane e Amazon ha una durata di tre anni ed è rinnovabile per un ulteriore biennio. La stretta di mano fra le due aziende ha permesso ai fattorini di suonare al citofono dei clienti anche di sera, fino alle 19.45 e anche nei fine settimana. Inoltre, grazie alla collaborazione, Amazon potrà creare nuove occasioni d'acquisto e garantirsi ancor maggiore fidelizzazione e soddisfazione degli utenti.