Qnap ha annunciato l’aggiornamento della HybridDesk Station, l’interfaccia per il controllo dei suoi Turbo Nas, alla versione 2.0. In questa nuova incarnazione è stata completamente rinnovata l’interfaccia utente, ora pensata per uno sfruttamento ottimale anche tramite tablet, e sono state aggiunte alcune nuove applicazioni. Grazie a QvPc - che unisce macchine virtuali (VM), transcodifica multimediale, uscita Hdmi e integrazione cloud - utilizzando un monitor Hdmi e mouse e tastiera Usb è possibile controllare i Nas in modo autonomo, senza bisogno del collegamento a un computer. Sul fronte della sicurezza, Qnap ha aggiunto la possibilità di autenticare gli utenti anche nel momento in cui si accede al sistema di storage sfruttando questa modalità.

Passando al fronte delle applicazioni, il software HD Station 2.0 è stato arricchito con DeaDBeeF, un lettore multimediale in grado di supportare la maggioranza dei formati oggi utilizzati e che include anche un equalizzatore, con il browser Mozilla Firefox, dotato di accelerazione hardware per una riproduzione più fluida dei video, con il nuovo Xbmc e con Clementine, un lettore multimediale che supporta varie piattaforme di musica online. Il desktop di HD Station 2.0 può essere personalizzato scegliendo tra uno dei quattro sfondi forniti insieme alla nuova interfaccia.

La HD Station 2.0 è supportata dai Turbo Nas delle serie TS-x51, TS-x53 Pro, TS-x70 e TS-x69.