Samsung intende migliorare l’offerta legata a Samsung Pay - il suo metodo di pagamento mobile e portafoglio digitale che permette di pagare usando smartphone compatibili e altri device della casa coreana - e andare oltre la “semplice” carta prepagata virtuale. Infatti, quest’estate introdurrà una carta di debito supportata da un conto di gestione della liquidità. Il tutto in collaborazione con la startup SoFi. La notizia è apparsa nel blog ufficiale di Samsung, ma non sono stati specificati ulteriori dettagli, che si attendono per le prossime settimane.

Non è una scelta sorprendente. Infatti Apple, già dall’anno scorso, offre una carta di credito, mentre Huawei sta seguendo l'esempio. Si ritiene, inoltre, che Google stia lavorando su una propria carta di debito. Alla luce di questi fatti, se Samsung non si dà una mossa, potrebbe rimanere indietro rispetto alla concorrenza.

Oltre a questo, potrebbe esserci anche una strategia per spingere le vendite di smartphone, che si stavano già stabilizzando prima della pandemia da Covid-19 e hanno subito un ulteriore stallo a causa della crisi. Una carta di pagamento potrebbe accrescere il fatturato della divisione mobile di Samsung, compensando la “crisi” del business legata alla telefonia.