Che cosa hanno in comune le tecnologie di videoconferenza con personaggi come Hello Kitty, Keroppi e My Melody, amati da bambini e ragazzi di tutto il mondo? Hanno in comune Wildix, un’azienda multinazionale con sede a Trento che ha recentemente proposto il suo sistema di videconferenza Zero Distance a Sanrio, la compagnia giapponese che gestisce il licensing di una decina di personaggi che vanno a marchiare accessori di ogni genere, dai gadget all’abbigliamento (fra cui appunto quelli citati).

Zero Distance sfrutta Kite, una soluzione di Wildix a sua volta basata su tecnologia WebRTC, e rispetto a proposte concorrenti offre tre sostanziali vantaggi: non richiede installazioni, è integrata nel sistema telefonico e assicura un’elevata qualità di trasmissione audio/video. La soluzione è stata recentemente rinnovata per rendere le videoconferenze multi-utente più semplici e immediate da realizzare, consentendo agli utenti pubblici di partecipare alle riunioni virtuali cliccando su un link.

Una volta creata una videoconferenza, l’utente può invitare nuovi partecipanti (che possono inserirsi anche solo in modalità audio) e può condividere il proprio desktop o un documento. Oltre che via link, si possono invitare persone attraverso un’email contenente un numero telefonico e un codice Pin.

Sanrio ha scelto di adottare Zero Distance dopo aver implementato in azienda un sistema di Unified Communications Wildix, selezionato a suo tempo per la semplicità di installazione e utilizzo. "Per noi di Sanrio le Unified Communication sono essenziali”, ha commentato Hassan Khalid, It manager Emea dell’azienda giapponese nata nel 1960. “Ormai tutti lavorano con la comunicazione unificata, ed essendo noi una realtà internazionale abbiamo quotidianamente necessità di poter comunicare in modo rapido ed economico con diversi Paesi”.

 

“Il vero problema”, ha spiegato Khalid, “era unificare le comunicazioni, mantenendo le cose facili per tutti gli utenti del sistema, anche quelli meno tecnici. Il traguardo che Wildix è riuscita a raggiungere attraverso la propria soluzione è stato quello di creare uno strumento facile per ogni utente, dal più esperto a quello meno informatizzato, pur garantendo un sistema d’avanguardia a livello tecnologico”.