Quante startup “cresciute”, in dimensioni e ricchezza, ci sono in Europa? Stando all'ultimo SEP Monitor “Tech Scaleup Europe 2018”, se ne contano 5.596, ovvero una ogni centomila abitanti circa. I risultati sono stati presentati alla London Stock Exchange durante il “Sep Scaleup Summit”, organizzato da Mind the Bridge. Nel complesso le scaleup del Vecchio Continente hanno raccolto una cifra pari a 83,2 miliardi di dollari di investimenti.

I numeri sono in crescita ma ancora molto distanti da quelli dell'ecosistema statunitense: la cifra raggranellata dalle loro cugine europee. E va poi tenuta d'occhio l'impetuosa crescita della startup asiatiche. “Il nostro vantaggio competitivo”, ha sottolineato Isidro Laso Ballesteros, head of Startups and Scaleups alla Commissione Europea, “è quello di essere uniti nella diversità. Un vantaggio che può concretizzarsi solo lavorando a livello di ecosistema, per diventare un'Europa delle startup: un continente di startup”.

A svantaggio soprattutto degli stati meridionali, in Europa si osserva poi una notevole concentrazione geografica degli investimenti: a trainare sono le scaleup britanniche, che hanno raccolto 27,5 miliardi di dollari, seguite da quelle tedesche (14,6 miliardi di dollari) e dalle francesi (8,9 miliardi di dollari).

E la scelta di Londra come sede del summit non è casuale, perché la città del Big Ben può essere considerata ragionevolmente la capitale europea delle scaleup: se ne contano 1.110. Più di una su cique, in altre parole, è domiciliata qui.