Il crollo delle barriere linguistiche e geografiche è cominciato. La preview di Skype Translator, il servizio di traduzione simultanea per le videochiamate di Skype a cui l’azienda (ora di proprietà di Microsoft) ha lavorato per un decennio, è adesso disponibile per due lingue: inglese e spagnolo. Si tratta solo del primo passo, perché il duplice obiettivo è quello di estendere la copertura a molte altre lingue e di migliorare le capacità di comprensione e traduzione delle conversazioni.

I feedback e i dati raccolti dagli utenti che via via lo testeranno saranno essenziali in questo percorso. Per provare Skype Translator è necessario possedere un computer o tablet con Windows 8.1 e preregistrarsi. La fase di preregistrazione, in realtà, è iniziata da alcune settimane, ma solo ora Microsoft ha annunciato ufficialmente la disponibilità del servizio.

Skype Translator al momento può interpretare in tempo reale gli scambi fra interlocutori che parlano in inglese e in spagnolo, visualizzando una traduzione testuale come sottotitolo sulla  schermata della videochiamata. Può, inoltre, tradurre oltre 40 idiomi a partire dalle conversazioni scritti delle chat. A detta di Microsoft, il fine ultimo è quello di creare “infinite possibilità per le persone in tutto il mondo consentendo loro di tenersi in contatto, comunicare e collaborare. Barriere linguistiche e geografiche saranno solo un ricordo”.

 

Come funziona (clicca per ingrandire)

 

“Skype Translator”, spiega un blogpost, “è il risultato di decenni di ricerche in riconoscimento vocale, traduzione automatica e tecnologie di machine learning, combinate con un intenso focus sull’esperienza utente”. Il protocollo di apprendimento automatico messo a punto da Skype è in grado di imparare dall’esperienza e di ottimizzare via via sia il riconoscimento vocale, sia l’attività di traduzione, agendo – spiega Microsoft – come una “colla” che tiene insieme questi due elementi.

Il processo di progressivo apprendimento include la rimozione dei suoni non verbali (gli intercalari privi di senso letterale che affollano il linguaggio parlato), la divisione in frasi e l’aggiunta di punteggiatura e maiuscole. Skype Translator, inoltre, può analizzare conversazioni registrate – previo consenso degli utenti – per analizzare i testi e migliorare le proprie capacità.