Ancora oggi la maggior parte del traffico di rete rimane difficile da identificare e questo mette a rischio la sicurezza, la compliance e la produttività delle aziende. Per affrontare il tema, Sophos ha messo a punto una strategia battezzata Synchronized Security, che si propone di identificare in modo estremamente rapido applicazioni e utenti che possono creare pericoli, spesso in modo inconsapevole o semplicemente poco prudente. L’idea alla base della proposta è che tutte le soluzioni di sicurezza siano in grado di comunicare, per formare una difesa più coordinata rispetto ai potenziali attacchi. Così, Sophos Xg Firewall e Sophos Endpoint possono lavorare insieme per identificare tutto il traffico di rete e svelare rischi nascosti e minacce sconosciute.

Ma anche Sophos Mobile e Sophos Wireless possono unire le forze per ridurre i pericoli causati da dispositivi non conformi e aumentare il controllo in tempo reale. L'intelligenza artificiale integrata sincronizza gli eventi, prevenendo e bloccando così le minacce più dannose.

Di questi temi si parlerà nell'edizione 2019 di Sophos Discover Partner, manifestazione in programma a Baveno nei prossimi 6 e 7 maggio. La convention prevede la partecipazione di alcuni importanti manager di Sophos, come il senior vice president and general manager product Dan Schiappa e il chief marketing officer Matt Fairbanks, oltre al country manager italiano Marco D’Elia e al sales engineer manager Walter Narisoni.

L’evento consentirà ai partner di conoscere l'evoluzione delle minacce informatiche e dell'approccio di Sophos basato sulla Synchronized Security, avere aggiornamenti e anticipazioni sulla mappa di prodotto, partecipare a sessioni tematiche dedicate alle opportunità commerciali, di prodotto e di marketing che Sophos offre alla sua rete.

Sul sito dell’evento sono a disposizione maggiori informazioni sui contenuti e l’agenda, oltre che sulle modalità di iscrizione.