L’ampiezza di banda e l’affidabilità della rete sono essenziali per chi trasmette contenuti televisivi, spesso in diretta, seguiti da milioni di spettatori. Eurovision si è assicurata questi requisiti grazie a Colt, un fornitore di servizi di platform delivery oggi operativo in 22 Paesi del Vecchio Continente: in particolare, i servizi Optimum Managed Networking hanno aiutato l’operatore televisivo e Web a ridurre del 20% i costi della fibra ottica e a quadruplicare la propria capacità di trasmissione.

Eurovision trasmette 80mila ore di contenuti Tv all'anno


È questo il punto finale di un percorso di rinnovamento tecnologico iniziato da Eurovision qualche anno fa, parallelamente all’avanzata della fibra ottica a basso costo, che a poco a poco ha soppiantato la trasmissione live attraverso il satellite, laddove le condizioni lo permettevano. E tuttavia il crescente utilizzo di formati ad alta definizione, che richiedono una notevole ampiezza di banda, ha finito per mettere alla dura prova la rete europea in fibra ottica Sdh fornita da Colt. Chiaramente, la trasmissione di eventi live necessita di molte risorse e non può permettersi ritardi o inefficienze che danneggerebbero la qualità del servizio fornito agli spettatori, nonché gli sponsor pubblicitari.

“La nostra esigenza era poter contare sulla tecnologia di networking di trasmissione più recente, per restare competitivi”, ha spiegato Graham Warren, network director di Eurovision. “Quando si gestisce la più grande rete di distribuzione di contenuti mediatici del mondo, con 45mila ore di programmi sportivi live e oltre 80mila ore di contenuti trasmessi ogni anno, non ci si può permettere alcun margine di errore. Decidere di effettuare un aggiornamento della rete è stato molto importante”. 

“Sapevamo”, ha proseguito Warren, “che la tecnologia Ethernet ci avrebbe assicurato l’affidabilità, la capacità e la flessibilità di cui avevamo bisogno a un costo decisamente inferiore, consentendoci di assicurare ora e in futuro trasmissioni in alta definizione e nuovi servizi a valore aggiunto, quali contenuti second-screen basati su file”.

Dopo aver valutato attentamente i potenziali fornitori in base alla disponibilità di rete europea in fibra ottica, Eurovisionha scelto di migrare sull'infrastruttura Ethernet di trasmissione paneuropea offerta da Colt. Il vendor è stato selezionato in base a diversi criteri: presenza geografica, controllo diretto sulla rete, assistenza tecnica estremamente disponibile (che permette a Eurovision di introdurre rapide modifiche settimanali al circuito per soddisfare nuove richieste di trasmissione live). Inoltre, Colt ha permesso al broadcaster di mantenere i sistemi di switching e di gestione della rete già in uso.

“Durante la migrazione, i nostri clienti non si sono accorti di nulla. Siamo sicuri di avere un partner che ci aiuterà a fare ulteriori progressi e a soddisfare la domanda crescente”, ha concluso Warren. Eurovision può ora sfruttare la capacità di trasferimento video a 10 Gbps di Colt, e dunque può stare al passo con le nuove innovazioni quali la Tv a ultra-alta definizione, i servizi di second-screen e la sempre più diffusa produzione in remoto.  Inoltre, il controllo end-to-end di Colt sulla sua rete europea semplifica la gestione della rete stessa, consentendo una maggiore visibilità della manutenzione programmata e una risposta più rapida a problemi imprevisti: due aspetti critici per la trasmissione di eventi live.

“In questo momento le emittenti hanno bisogno di investire in nuove modalità di lavoro, e allo stesso tempo avvertono la necessità di creare efficienze di costo nel modo in cui operano”, ha aggiunto Hugo Harber, vice president Portfolio & Strategy di Colt. “Ogni passo avanti nella tecnologia di trasmissione comporta un carico maggiore per la rete”.