Passo avanti per la piattaforma Linux Enterprise 12 di Suse. Il vendor ha rilasciato il Service Pack 1, prima release di peso da ottobre 2014, per intervenire in particolar modo sull’uptime delle applicazioni e sull’efficienza di sviluppo ed esercizio. Le soluzioni basate su Linux Enterprise 12 Sp1 saranno inoltre dotate del supporto di un nuovo hardware e di Docker. L’uptime è stato migliorato grazie a diversi fattori. Innanzitutto, con l’aggiornamento dell’interfaccia utente di Linux Enterprise High Availability Extension (Hawk). Poi, con l’introduzione del network teaming, che fornisce ridondanza della rete incrementando la capacità di trasmissione. All’elenco vanno aggiunte anche le nuove funzionalità di system rollback, che ora include i pacchetti di aggiornamento Linux Enterprise Server (service pack). Ma, come detto l’update effettuate da Suse interviene in modo positivo anche sull’efficienza di esercizio.

Il supporto Docker è adesso completo su tre architetture hardware, tra cui i sistemi mainframe della serie Ibm z e processori Intel Xeon e prevede la possibilità di utilizzare Portus, strumento per una rapida e sicura messa in esercizio di applicazioni con Docker private registry e il tool integrato di gestione delle sottoscrizioni (Smt), in grado di centralizzare patch e aggiornamenti.

Linux Enterprise Server 12 Jeos (Just enough Operating System) è invece una configurazione minimizzata di Linux Enterprise Server, introdotta per creare configurazioni di applicazioni cloud personalizzate facili da mettere in esercizio e da mantenere, capaci di consumare meno risorse e migliorare la sicurezza. Oltre agli ambienti cloud privati basati su Openstack, Jeos è disponibile anche come ospite per gli hypervisor Kvm, Xen e Vmware.

Infine, il Service Pack 1 offre nuovi moduli per applicare gli aggiornamenti delle funzionalità di Linux container o dei requisiti di sicurezza, senza dover effettuare l’update e una nuova certificazione del sistema operativo di base. Suse offre anche un Package Hub, dando così la possibilità di compilare le più recenti tecnologie sviluppate dalla comunità open source per essere usate con Linux Enterprise Server.