Il dominio dell’immagine, meglio se in movimento, trova una nuova conferma nel luogo più popolato del Web: l’applicazione Facebook Camera del social network si rinnova, aggiungendo nuovi elementi nella strategia che negli ultimi mesi ha portato al debutto di funzionalità come le dirette streaming e i video a 360°. Le novità dell’app, ora disponibili anche in Italia, riguardano la possibilità di scegliere con quale audience condividere i video registrati (dalla fotocamera dello smartphone), nonché quella di impostare la cancellazione automatica dopo 24 ore.

Una opzione che è inevitabilmente ricorda Snapchat, piattaforma decisamente orientata su un target adolescenziali ma che non di meno è fonte di ispirazione anche per un colosso come Facebook. La stessa Instagram, piattaforma transitata sotto l’ala di Mark Zuckerberg, pur mantenento un’impostazione fotografica dall’anno scorso ingloba anche contenuti video, ed è quasi superfluo ricordare come Twitter stia premendo l’acceleratore nella medesima dimensione. Tutto ciò che un tempo era dominio di YouTube, insomma, adesso è un ingrediente di sempre maggior peso all’interno di altre piattaforme.

Per quanto riguarda Facebook, la novità dei video “a tempo” debutta insieme a un più generale aggiornamento dell’applicazione. Quando si registrano video con la fotocamera in-app, è adesso possibile applicare dei filtri creativi e interattivi (che rispondono, cioè, ai movimenti dell’utente). Per i filmati registrati in altro modo e successivamente postati su Facebook, invece, è ora garantito maggiore spazio nella schermata e dunque una migliore visibilità.

La nuova funzione “Direct”, poi, consente di condividere una foto o un video con singoli contatti o con liste selezionate. Con una particolarità: I contenuti restano fruibili solo per 24 ore e possono essere visualizzati non più di due volte. Opzione comoda se, per esempio, si vogliono inviare comunicazioni scherzose o improvvisate, senza però lasciare tracce sul Web.

La “temporizzazione” dei video riguarda anche ciò che si sceglie di rendere visibile alla più ampia platea degli amici. La funzione Stories, già presente su Instagram e ora anche su Facebook, serve proprio a questo: tutte le foto e i video aggiunti con nella sezione “Stories” scompariranno dopo 24 ore, a meno di non essere ripubblicati anche sulla bacheca.