Nuovo passo nel mondo multi-cloud da parte di Vmware. L’azienda di soluzioni di virtualizzazione ha annunciato l’intenzione di acquisire Avi Networks, startup nata sei anni fa e specializzata in tecnologie di load balancing tramite application delivery controller (Adc) definiti dal software e pronti per il cloud. Le funzionalità sviluppate dalla giovane azienda saranno integrate in Nsx e offerte anche in modalità autonoma. Sfruttando una base architetturale comune, Vmware e Avi Networks forniranno uno stack di rete software-defined completo, dal livello 2 al 7 della pila Iso/Osi, per consentire ai clienti di distribuire le applicazioni con un semplice clic. La transazione dovrebbe chiudersi nel secondo trimestre dell’anno fiscale di Vmware, quindi entro la fine di luglio.

Secondo quanto dichiarato dal vendor, i principali elementi di differenziazione dell’offerta di Avi Networks includono l’automazione guidata da analitiche closed-loop; una configurazione basata su modelli e integrazione con i prodotti di gestione; analisi e insight avanzati per il monitoraggio delle prestazioni e il troubleshooting; capacità di deployment on-premise e in ambienti cloud differenti, elasticità e scalabilità on-demand e sicurezza intrinseca.

La piattaforma di Avi fornisce un Software Load Balancer, un Intelligent Web Application Firewall (iWaf), funzionalità di analisi e monitoraggio avanzate e una Service Mesh universale. Il pannello di controllo centrale e il pannello dati distribuito forniscono servizi applicativi in una struttura dinamica, multi-cloud che automatizza in modo intelligente le decisioni e offre analisi delle applicazioni ed elasticità on-demand.

I clienti Avi possono inviare servizi come il bilanciamento del carico e il Web application firewall a qualsiasi software utilizzando un'unica interfaccia centralizzata. La tecnologia funziona su cloud privati e pubblici e supporta applicativi in esecuzione su macchine virtuali, container e bare metal. I termini finanziari dell’accordo con Vmware non sono stati divulgati, ma fino ad oggi la startup ha raccolto investimenti per circa 115 milioni di dollari. Tra i clienti di Avi spiccano Deutsche Bank, Telegraph Media Group, Hulu e Cisco.