Di certo all’Apple Watch non mancheranno i contenuti: tremila applicazioni già aspettano a braccia aperte il nuovo e primo wearable device della Mela, ancor prima del suo debutto ufficiale, avvenuto proprio oggi in nove Paesi del mondo: Stati Uniti, Canada, Australia, Hong Kong, Cina, Giappone, Francia, Germania e Regno Unito. In Italia si dovrà aspettare la seconda parte del mese di maggio. Il gadget da polso ha fatto scatenare la creatività degli sviluppatori e l’offerta disponibile su App Store spazia dalle applicazioni per il fitness e il monitoraggio dell’attività quotidiana alle versioni “da polso” di servizi popolari sul Web e su mobile, come Twitter, Instagram, ed Evernote, oppure l’informazione del New York Times.

E non mancano proposte più specifiche, per orientarsi mentre ci si muove in città (Citymapper), per consultare il meteo (Dark Sky), per creare playlist musicali (Pacemaker), per controllare il consumo calorico (Lifesum), per esercitare la mente con quiz di vario tipo (Elevate) e il corpo con lo yoga (Fitstar Yoga) oppure per fare acquisti (Target).

La varietà e ricchezza dell’offerta non sono certo un problema per chi acquisterà un orologio smart della Mela: e saranno 15,4 milioni di persone già entro la fine dell’anno, stando alle previsioni di Strategy Analytics (nemmeno le più ottimistiche). Qualche problema, semmai, potrebbe riguardare l’usabilità e il buon funzionamento delle applicazioni, dal momento che gli sviluppatori hanno dovuto lavorare “a scatola chiusa”, o quasi.

 

 

L’Apple Watch rappresenta infatti una piattaforma nuova, su cui gli stessi developer non hanno potuto mettere le mani, fatta eccezione per gli inviti ad alcune sessioni di prova arrivati da Apple nei mesi scorsi. “Abbiamo dovuto creare un’app per un dispositivo che non avevano, che non potevamo usare e che nemmeno esisteva ancora”, ha dichiarato Andrew Phelps, product manager dell’applicazione del New York Times. “Per noi è stato molto divertente e una sfida incredibile”.

In attesa dell’arrivo dell’orologio anche in Italia, i più curiosi possono consultare la guida ufficiale dell’Apple Watch, messa a disposizione online dalla casa di Cupertino.