Xiaomi festeggia il primo posto in classifica, Fitbit rallenta, Apple Watch taglia un traguardo personale. Nel secondo trimestre di quest'anno, secondo i dati sul mercato dei wearable device appena diffusi da Strategy Aalytics, l'azienda cinese ha venduto 3,7 milioni di dispositivi, migliorando di 700 unità i livelli dell'anno precedente. Tanto è bastato per ottenere un market share del 17% (ottimo, considerata la frammentazione dell'offerta di smartwatch, fitness band e altri oggetti indossabili) e per superare Fitbit, oggi seconda. Nel secondo trimestre del 2016 la società californiana superava nettamente la concorrente cinese, con 5,7 milioni di dispositivi venduti: numero che, però, un anno dopo è sceso a 3,4 milioni.

Apple si è aggiudicata nuovamente il bronzo, riuscendo però a incrementare notevolmente la distribuzione di un oggetto costoso come il suo orologio smart: da 1,8 a 2,8 milioni di unità a trimestre. Un bell'incremento del 56%. Alla luce di questi nuovi dati si può affermare che, dal suo esordio nel 2014, si può calcolare che l'Apple Watch sia stato acquistato 31,5 milioni di volte, superando così la tripla cifra tonda.

Nel periodo di aprile, maggio e giugno, la somma degli altri marchi raggiunge, invece, quota 11,7 milioni di dispositivi e porta il calcolo totale di wearable venduti a 21,6 milioni (contro i 20 di un anno prima). L'incremento dell'8%, apparentemente apprezzabile, è però quasi interamente dovuto all'accresciuta popolarità di dispositivi economici, dotati di funzioni basilari di monitoraggio dell'attività fisica, mentre per converso i fitness band di fascia medio/alta e gli smartwatch di pregio sono notevolmente calati. Fatta eccezione, però, per l'Apple Watch.

 

 

 

Presto, in ogni caso, gli equilibri attuali potrebbero nuovamente cambiare. Fitbit è in procinto di lanciare il suo primo smartwatch, un prodotto che “crediamo garantirà la miglior esperienza di salute e fitness della sua categoria”, ha commentato il Ceo della società di San Francisco, James Park, e che “garantirà un secondo semestre solido”. Atteso prima della fine dell'anno, il nuovo modello ha già fatto capolino online attraverso alcune immagini rubate che mostrano un design simile a quello del Fitbit Blaze.