La società di ricerche di mercato eMarketer ha pubblicato le stime preliminari per i ricavi pubblicitari di YouTube. I dati ufficiali al riguardo non vengono più diffusi da Google dal lontano 2006, quindi ci si deve affidare agli strumenti di rilevamento esterni.

Secondo i calcoli il fatturato pubblicitario lordo di YouTube in tutto il 2013 è in aumento del 51,4% rispetto allo scorso anno, per una cifra pari a 5,6 miliardi di dollari, ossia l'11,1% sul totale degli incassi di Google. I ricavi netti dovrebbero invece ammontare a 1,96 miliardi di dollari, equivalenti a un +65,5% rispetto agli 1,18 miliardi di dollari del 2012.

YouTube

Solo dagli Stati Uniti Google incassa 1,08 miliardi di dollari. La quota di mercato che detiene in casa diventa così del 20,5%. eMarketer ha costruito i suoi calcoli setacciando "centinaia di dati e studi su ricavi di YouTube, sulle impression, le tariffe, la fruizione di contenuti e altri fattori".

Per quanto si tratti solo di stime, sono supportate dalle informazioni diffuse da altri analisti. A maggio di quest'anno infatti Morgan Stanley aveva previsto che i ricavi lordi di YouTube avrebbero raggiunto 4 miliardi di dollari nel 2013 , mentre Barclays ipotizzava una cifra nell'intorno dei 3,6 miliardi di dollari.

I calcoli di eMarketer

A giugno poi la società di analisi Wedge Partners calcolava che i ricavi di YouTube avrebbero contribuito per circa il 10% dei ricavi dell'azienda si base annua. Tutte le statistiche tengono conto del fatto che il servizio attira 1 miliardo di persone che guardano più di 6 miliardi di ore di video al mese, con l'80% del traffico che proviene dal di fuori degli Stati Uniti, e il 40% del tempo di osservazione da dispositivi mobili.

Tag: youtube