L’industria manifatturiera avrà presto nuove armi di analytics e intelligenza artificiale offerte da Google Cloud e Siemens, utili per guadagnare efficienza, tagliare costi e ottimizzare le attività delle fabbriche. Le due aziende hanno annunciato un accordo di partnership per la proposta di soluzioni basate su cloud, AI e data analytics, da destinare al settore industriale e in particolare al manufacturing. A tal fine, nei prossimi mesi saranno realizzate integrazioni fra gli strumenti di Google Cloud e l’offerta di Digital Industries Factory Automation di Siemens.

Da dove nasce la necessità? Oggi i dati sono già i protagonisti al centro dei processi industriali, ma per analizzarli e gestirli molte aziende manifatturiere ancora utilizzano svariati sistemi legacy o di fornitori esterni. Questo crea complicazioni e aumenta il lavoro di manutenzione e aggiornamento di tali sistemi tecnologici. Il modo in cui vengono realizzati progetti di intelligenza artificiale, inoltre, spesso crea delle “isole” in cui gli algoritmi vengono messi all’opera, senza però integrarsi con tutte le operations dell’azienda industriale.

Ecco allora che, grazie all’accordo fra Google e Siemens, le aziende manifatturiere saranno aiutate a gestire i dati della produzione, quelli delle fabbriche e quelli dell’edge, a sviluppare algoritmi e applicazioni di machine learning o di intelligenza artificiale, e il tutto usando servizi cloud disponibili senza investimenti hardware e grandi spese iniziali. Quanto alle finalità possibili, l’automazione delle operations, l’efficienza energetica e il controllo qualità sono alcune delle applicazioni citate da Google e Siemens. Maggiori dettagli tecnici saranno comunicati nei prossimi mesi.

“Il potenziale dell’intelligenza artificiale di trasformare radicalmente le fabbriche è ben lontano dall’essere pienamente sfruttato”, ha dichiarato Axel Lorenz, vicepresidente Control della Factory Automation di Siemens Digital Industries. “Molti produttori sono ancora fermi alla fase pilota dei progetti di AI e noi vogliamo cambiare tutto ciò. Combinare le tecnologie di intelligenza artificiale e machine learning di Google Cloud con le soluzioni di Siemens per l’edge industriale e le operazioni industriali sarà una svolta per il settore manifatturiero”.

Secondo la strategia annunciata nel 2019, la manifattura è una delle sei aree di investimento prioritarie per Google Cloud, insieme al settore della Pubblica Amministrazione, ai servizi finanziari, alla sanità, al retail e all’ambito delle comunicazioni e dei media. Tra i clienti del comparto manifatturiero, Google Cloud vanta Airbus, Barilla, Easyjet, Johnson & Johnson, Lg Cns, Samsung, Solvay, Ups, Whirlpool e altri.