Il bitcoin entra nel mondo della telefonia. La telco statunitense At&t, primo operatore mobile del Paese, ha annunciato che d’ora in poi i clienti potranno pagare le bollette utilizzando la più famosa criptovaluta al mondo. Le transazioni saranno processate da Bitpay, azienda di Atlanta nota nel settore per i propri sistemi di elaborazione dei pagamenti tramite monete digitali. Oltre ai bitcoin saranno accettati anche i bitcoin cash, un hard fork del bitcoin “nato” nel 2017. Tutti i clienti del colosso delle telecomunicazioni che si avvalgono dei servizi online o che utilizzano l’applicazione mobile myAt&t potranno scegliere, al momento del pagamento, l’opzione Bitpay. Sarà quest’ultima a verificare sul wallet dell’utente l’effettiva disponibilità di criptovaluta e ad approvare definitivamente la transazione.

“Siamo sempre in cerca di nuovi modi per migliorare e ampliare i nostri servizi”, ha spiegato Kevin McDorman, vice president, At&t communications finance business operations. “Abbiamo clienti che utilizzano le criptovalute e siamo contenti di consentire loro di pagare le bollette con il metodo che preferiscono”.

Solleticati dalla notizia, i prezzi di bitcoin e bitcoin cash sono schizzati verso l’alto di quasi il 10 per cento, facendo balzare in avanti anche le altre criptovalute principali. La moneta digital con la maggior capitalizzazione di mercato ha sfondato per l’ennesima volta quest’anno la soglia degli 8.000 dollari per sfiorare i 9.000, tornando così in territorio positivo anno su anno. Dall’inizio del 2019 il valore del bitcoin è salito del 132 per cento.