Fiven è il nuovo nome scelto da Citel Group per evidenziare un posizionamento sempre più orientato alle tecnologie a supporto dei processi di trasformazione digitale, soprattutto delle medie e grandi imprese. Il rebranding, infatti, nasce dalla crasi di “future driven” e intende rimarcare gli sviluppi portati avanti in anni recenti soprattutto nel campo dell’intelligenza artificiale, non solo per via organica, ma anche attraverso acquisizioni strategiche, come quella di Allos nel campo dello Human Capital Management e di Competence&Digital, boutique di Design Management.

La precedente denominazione tradiva l’origine della società napoletana, che risale agli albori del nuovo millennio ed era particolarmente concentrata nei settori Telco & Utility. Da allora, il percorso evolutivo è passato per la costruzione di un’offerta integrata dalla consulenza strategica, al design, allo sviluppo di soluzioni digitali fino al testing e collaudo.

Oggi, Fiven fa perno su tre filoni, ovvero design, technology e human touch, per declinare la propria offerta di servizi, suddivisa a propria volta in cinque macrocategorie. Flow, in modo particolare, raggruppa le soluzioni di service design, creativity & digital innovation, mentre in Genius rientra il complesso di proposte di intelligenza artificiale, cloud, Crm, performance optimization e health. Bit è l’area di servizi Pure Technology dedicati a system integration development, application maintenance, architecture & infrastructure. Completano il portafoglio Touch, area di expertise in ambito Human Capital Management e Bravo, che include le proposte di quality assurance e testing automation.

Diego D'Angelo, co Ceo di Fiven

Una prima iniziativa avviata da Fiven riguarda una nuova academy dedicata alle professioni digitali. Si partirà a settembre con il primo trimestre di attività e l’obiettivo di consentire a trenta studenti neodiplomati e neolaureati in discipline tecniche di arricchire le proprie competenze con un corso di formazione full time gratuito, cui seguirà l’inserimento in azienda, dapprima con un tirocinio di sei mesi e a seguire con un contratto a tempo indeterminato.

La formazione durerà tre trimestri e si strutturerà in 160 ore erogate in format ibrido: per il 60% con lezioni in presenza a Napoli e per il 40% con moduli online. Il programma include corsi per diventare Java Full Stack Developers, Quality Assurance Tester e Sap SuccessFactors Integration Consultant: “Oggi nel nostro settore la domanda è maggiore dell’offerta e riscontriamo quotidianamente la difficoltà di trovare talenti che lavorino con noi allo sviluppo e test di software, app e soluzioni digitali. Occorre quindi ragionare con un’ottica di lungo periodo e contribuire alla crescita delle giovani risorse in casa”, ha commentato Diego D’Angelo, co Ceo di Fiven. “Ma questo non basta: a causa dello scollamento fra le competenze acquisite durante gli anni accademici e quella necessarie all’inserimento nel mondo del lavoro si rende necessaria una formazione pre-inserimento. L’academy è la nostra fattiva risposta a questi problemi: nel corso dell’anno daremo la possibilità a un totale di 90 studenti di formarsi sul campo e porre le basi per la propria crescita professionale”.