Il patrimonio di Elon Musk non ha eguali: è lui l’uomo più ricco al mondo. Un primato che fino a ieri apparteneva a Jeff Bezos, che in qualità di amministratore delegato di Amazon e di editore del Washington Post può (specie grazie al bottino di azioni delle aziende di sua proprietà) vantare un tesoro personale di 185 miliardi di dollari. Nella classifica Bloomberg Billionaires Index aggiornata al 7 gennaio 2021, però, Elon Musk ha per la prima volta sorpassato Bezos grazie a un patrimonio di 185 miliardi di dollari. E non è bastato: sull’onda della notizia del sorpasso, le azioni Tesla sono salite di valore, gonfiando ancora il patrimonio del quarantanovenne imprenditore da 185 a 195 miliardi di dollari nel giro di appena un giorno. Insomma, Musk ha guadagnato dieci miliardi di dollari in 24 ore.

La scalata di ricchezza del miliardario sudafricano è stata impressionante, se si pensa che un anno fa Musk vivacchiava (si fa per dire) intorno al cinquantesimo posto nell’indice di Bloomberg. In dodici mesi, però, le azioni Tesla hanno guadagnato un incredibile valore, con un rialzo che sfiora l’800%. 

È significativo notare come sul podio della classifica dei più ricchi al mondo ci siano tre figure di spicco - amministratori delegati, ma anche personaggi pubblici spesso protagonisti delle cronache - appartenenti al mondo tecnologico. Al terzo posto, con 134 miliardi di dollari, c’è infatti il fondatore di Microsoft Bill Gates, a cui per diversi anni spettò il titolo di più ricco del Pianeta. Quello era però un mondo che ancora non aveva conosciuto l’esplosione dell’e-commerce e del cloud computing (i due ambiti in cui Amazon domina il mercato) e nemmeno la diffusione commerciale delle auto di lusso elettriche e a guida semi automatica (la scommessa vinta da Tesla).

 

 

L’ambito tecnologico domina, in ogni caso, i piani alti della classifica anche al di fuori dal podio. Dopo il quarto posto di Bernard Arnault, l’imprenditore francese proprietario di Lvmh (multinazionale del lusso, che spazia dai marchi dello champagne alla moda di Gucci, Bulgari e Louis Vuitton), si torna nella sfera del digitale con Mark Zuckerberg (al quinto posto con 102 miliardi di dollari), con papà di Google Sergei Brin e Larry Page (ottavo e nono, rispettivamente, con 83,6 e 80 miliardi di dollari), con il fondatore di Oracle Larry Ellison (decimo, 80 miliardi di dollari), all’ex amministratore delegato di Microsoft Steve Ballmer (oggi proprietario della squadra di basket dei Los Angeles Clippers, in undicesimo piazzamento con 79 miliardi di dollari). Bisogna arrivare al dodicesimo posto della classifica per trovare una donna, Françoise Bettencourt Meyers, che deve la sua fortuna all’eredità e agli asset della famiglia, proprietaria di L'Oréal.