Tre diverse linee di firewall di rete per differenti necessità debuttano nell’offerta di Fortinet: i modelli FortiGate 600F, FortiGate 3700F e FortiGate 70F, destinati a fornire connettività e protezione a filiali, campus e ambienti data center ibridi. Con la serie FortiGate 600F viene proposta una soluzione convergente di rete e sicurezza progettata per le implementazioni edge dei campus.

Una soluzione che, nelle parole di Fortinet, è adatta a supportare una strategia di “Zero Trust Edge”. Il vendor sta portando sulla sua linea mid-range le capacità in precedenza riservate ai firewall di fascia alta, e il FortiGate 600F ne è esempio. Questa serie beneficia di un processore di rete Asic chiamato Network Processor 7 (NP7) e di interfacce 25 GbE integrate, in grado di arginare il cosiddetto “movimento laterale” dei cybercriminali. Inoltre la serie offre anche 7 Gbps per le attività di ispezione SSL e supporta i servizi di sicurezza basati su intelligenza artificiale.

 

Per garantire connessioni ad alta velocità tra il data center e gli ambienti multicloud, la soluzione più adatta è invece un firewall della serie FortiGate 3700F. Si tratta di una di una network firewall appliance compatta con interfacce 400 GbE multiple. Supporta, quindi, le connessioni ad alta velocità tra il data center interno e i diversi ambienti cloud utilizzati per eseguire applicazioni. Questa serie F supporta anche il trading ad alta frequenza e integra nativamente un’applicazione Ztna (Zero Trust Network Access) per proteggere dati e applicazioni evitando accessi non consentiti. Fortinet ne suggerisce l’uso in combinazione con il servizio di sandboxing in-line, per prevenire gli attacchi in tempo reale con un impatto minimo sulle operations.

 

La serie FortiGate 70F è invece rivolta agli ambienti di Wide Area Network delle filiali. A detta di Fortinet, questa serie permette di trasformare le reti WAN edge grazie a logiche software-defined, a funzioni di sicurezza, routing avanzato e capacità di applicazione Zero Trust, e il tutto attraverso una singola appliance dimensionata in modo ottimale per le filiali.
 

FortiGate 600F; in alto, un modello della serie FortiGate 3700F

 

Le nuove appliance si integrano con tutti i servizi di sicurezza FortiGuard associati al nuovo sistema operativo FortiOS 7.2, tra cui sandboxing, protezione avanzata dei dispositivi per ambienti OT (Operational Technology) e IoT (Internet of Things), rilevamento dei focolai di infezione, SOC-as-a-Service e altro ancora.

"FortiGate non è solo il firewall di rete più utilizzato al mondo: è una delle migliori soluzioni SD-Wan sul mercato, un potente controller Lan Edge e 5G, e offre l'unica applicazione Ztna universale del settore”, ha dichiarato John Maddison, executive vice president of products e direttore marketing di Fortinet. “Ma, cosa ancora più importante, FortiGate è la base dell'unica vera piattaforma convergente di rete e sicurezza disponibile oggi. Questa convergenza, a cui lavoriamo da più di vent’anni, è resa possibile da Asic personalizzati, servizi di sicurezza integrati e da FortiOS, un unico sistema operativo sviluppato organicamente e condiviso in tutto il Fortinet Security Fabric, coerente sia on-premises sia nel cloud"