Dall’intelligence statunitense al settore privato. È questa la parabola di Phil Quade, fresco di nomina a chief information security officer (Ciso) di Fortinet dopo una carriera trentennale nel campo della cybersicurezza ai massimi livelli. Quade si è occupato di affari esteri e governativi, di infrastrutture critiche e di attività commerciali presso la National Security Agency (Nsa) degli Stati Uniti. Per l’agenzia a stelle e strisce è stato special assistant for cyber del direttore e capo della Cyber Task Force con responsabilità delle relazioni per la cybersicurezza della Casa Bianca. In precedenza è stato chief operating officer dell’Information Assurance Directorate della Nsa, gestendo le operazioni quotidiane di strategia, pianificazione, integrazione e relazioni per la sicurezza informatica.

Prima ancora, Quade è stato a capo dell’Advanced Technology Group dell’Information Operations Technology Center, poi membro professionale dello staff del Senato statunitense e dell’Ufficio del Direttore per la National Intelligence. Ulteriori compiti che Quade ha svolto presso la Nsa includono la valutazione della sicurezza informatica e di rete, crittografia e gestione delle policy.

Per Fortinet guiderà ora la strategia e l’espansione dell’area di business Federal and Critical Infrastructure. Inoltre, il nuovo Ciso lavorerà come consulente strategico per i clienti enterprise C-Level dell’azienda e riporterà direttamente a Ken Xie, fondatore, chairman e Ceo del gruppo californiano.