Nel cloud di Oracle debuttano nuovi servizi di intelligenza artificiale rivolti agli sviluppatori software e in generale alle aziende che desiderano arricchire le proprie applicazioni con capacità di AI, ma senza dover necessariamente avere competenze di data science. Si allarga, così, la già ricca offerta della Oracle Cloud Infrastructure, composta da servizi di migrazione dei carichi di lavoro, database, storage, backup e disaster recovery, machine learning, applicazioni Software-as-a-Service e altro ancora.

Oltre a rendere più accessibile l’AI anche per le aziende che non dispongono di competenze tecniche elevate, questa offerta risolve altri problemi come quello della scarsa rilevanza dei dati o come la difficoltà di portare i servizi sviluppati in produzione, o ancora il superamento dei silos di dati. I nuovi servizi, assicura Oracle, possono aiutare gli sviluppatori in una serie di compiti complessi, come l’addestramento dei software di comprensione del linguaggio, nella visione artificiale e nelle previsioni sulle serie temporali. 

"È essenziale per le organizzazioni colmare il divario tra la promessa dell'AI e l'implementazione dell'AI stessa che le aiuti a raggiungere risultati concreti", ha dichiarato Greg Pavlik, chief technology officer di Oracle Cloud Platform. "Oracle è nella posizione migliore per realizzare il valore dell'intelligenza artificiale attraverso la nostra esperienza di leader nel settore delle applicazioni e dei dati aziendali, la nostra infrastruttura cloud di ultima generazione e il nostro grande impegno nella costruzione di servizi e soluzioni AI".

 

Per i clienti è possibile scegliere se impiegare modelli “out-of-the-box”, già addestrati su dati di tipo business, o se addestrare i servizi da zero sulla base dei dati della propria azienda, così da ottenere maggiore personalizzazione.  La lista dei servizi completamente gestiti è ricca e variegata. Oci Language esegue analisi su grande scala per comprendere dati non strutturati in un testo, interazioni e feedback dei clienti, ticket di supporto, attività dei social media, per esempio per estrarre frasi chiave o comprendere il sentiment. Oci Speech realizzata il riconoscimento automatico in tempo reale del parlato, attraverso modelli pre-addestrati e poliglotti. 

Oci Vision serve al riconoscimento delle immagini e analisi dei documenti, mentre Oci Anomaly Detection permette il rilevamento delle anomalie secondo modelli specifici e personalizzabili e attraverso un algoritmo usato in contesti delicati come il monitoraggio dei reattori nucleari e la previsione di guasti alle apparecchiature. Previsioni Oci usa l'apprendimento automatico e algoritmi statistici per eseguire previsioni su serie temporali, e i casi d’uso più tipici riguardano la stima della domanda, delle vendite, delle entrate di un’azienda. Oci Data Labeling, infine, aiuta a costruire set di dati etichettati per addestrare i modelli AI (anche quelli usati dai servizi sopra descritti).

Tra i primi clienti che già hanno sperimentato questi nuovi servizi c’è il Children's Medical Research Institute, istituto di ricerca medica e biologica australiano, che impiega Oci Vision e Oci Data Labeling per identificare l'effetto dei diversi trattamenti sui tumori. La società di trasporti SS Global, invece, usa Oci Anomaly Detection per identificare anomalie in tempo reale in base a dati di vario genere (mezzi di trasporto, conducenti, condizioni del traffico, eccetera).

 

"Fornendo Gpu ad alte prestazioni ai clienti in modo completamente gestito per sessioni di notebook, lavori e implementazioni di modelli, Oracle AI Services e Nvidia stanno offrendo i vantaggi e l'esperienza che i clienti stanno cercando", ha dichiarato Ian Buck, senior vice president e general manager, accelerated computing di Nvidia. "La combinazione di Oci AI Services e Oci Data Science con Nvidia Rapids permette agli scienziati dei dati e agli sviluppatori di accelerare le pipeline end-to-end di machine learning e data science sulle nostre Gpu molto più rapidamente di quanto potrebbero fare sulle Cpu".