Il settore del trasporto aereo continua a fare progressi, anche in un periodo segnato da difficoltà per il turismo e per i viaggi d’affari come conseguenza delle restrizioni legate al covid. All’aeroporto di Bergamo-Orio al Serio è stato raggiunto un traguardo che segna non solo un progresso tecnologico ma anche sociale: il centesimo Thunderlift in versione elettrica di Aviogei Airport Equipment è stato consegnato a Sacbo (Società per l'Aeroporto Civile di Bergamo-Orio al Serio).

 

Fondata a Roma nel 1969, Aviogei fornisce al settore aeroportuale più di 130 prodotti a uso civile e militare per lo spostamento di oggetti e persone, fra cui scale passeggeri, nastri trasportatori, mezzi per il carico delle merci, carrelli, sollevatori mobili (ambulift) e altro ancora. La società è presente in più di 180 aeroporti e in 110 Paesi nel mondo.

 

Thunderlift è un ambulift che può sollevare la propria cabina da terra fino a un’altezza di sei metri per consentire l’imbarco di passeggeri a ridotta mobilità. È compatibile con qualsiasi modello di aeromobile e per manovrarlo è sufficiente un solo operatore. “Il Thunderlift consegnato è la più evoluta versione di questo mezzo elettrico, dedicato ai passeggeri a ridotta mobilità, equipaggiato con tecnologia Litio ed allestimento industria 4.0”, ha spiegato Franco Cesarini, presidente di Aviogei.

“Sacbo pone da sempre massima attenzione al servizio di assistenza ai passeggeri a ridotta mobilità e ha voluto dotarsi dei mezzi più idonei e tecnologicamente avanzati per garantire efficienza, funzionalità e comfort”, ha dichiarato Emilio Bellingardi, direttore generale della società aeroportuale. “Nel caso specifico adottiamo un mezzo che consente di perseguire il programma di sostenibilità ambientale, contribuendo ad accrescere la percentuale di mobilità elettrica”.