I team delle risorse umane, oggi chiaramente influenzati dalle nuove tecnologie come l'intelligenza artificiale (Ai), i chatbot e la robotica, stanno subendo profondi cambiamenti. A dirlo Marco Bossi, managing director di Talentia Software, che aggiunge, si tratta di una rivoluzione che, fortemente accelerata dalla pandemia del Covid-19, dovrebbe consentire ai responsabili Hr di reinventarsi per rispondere alle sfide che ne derivano quali: gestione programmata dei talenti, personalizzazione dei metodi di formazione, sviluppo della comunicazione interna e dell'impegno dei dipendenti e ottimizzazione dei processi di assunzione”.

Il processo di selezione è uno dei primi a beneficiare dell'intelligenza artificiale. Questa infatti fornisce una risposta concreta per ottimizzare il processo di recruiting e identificare rapidamente i candidati giusti, come spiega Bossi. “Assicura la compatibilità con i requisiti richiesti, automatizza la selezione dei candidati e scansiona milioni di dati, confrontando le candidature con i profili richiesti per identificare i migliori in tempi breve”. Il chatbot è un vero assistente personale virtuale che accompagna il team Hr o i candidati durante l’intero processo di selezione.

Le retribuzioni sono il processo Hr più sensibile e regolamentato. L’Ai permette di automatizzare molti dei processi in cui il payroll si sviluppa (la raccolta delle informazioni relative all'attività dei dipendenti, come assenze e congedi, il calcolo delle retribuzioni, dei contributi legati al compenso e delle trattenute alla fonte e così via), consentendo anche di effettuare il controllo dei salari in tempo reale. “L'Ai rivoluzionerà gradualmente il payroll per ridurre il rischio di errori che diventano costosi per l'azienda e hanno un impatto considerevole sul dipendente”, afferma il manager di Talentia Software.

L’intelligenza artificiale amplia il campo d'azione delle risorse umane, permettendo un avvicinamento ai propri dipendenti e di sviluppare il loro corretto sviluppo professionale. Inoltre il team Hr si sta liberando da compiti ripetitivi e noiosi per concentrarsi sulle attività chiave e lavorare a una profonda trasformazione.

“Da anni accompagniamo le organizzazioni nella digitalizzazione dei loro processi offrendo la nostra soluzione Talentia HCM che, dotata del modulo innovativo di Recruiting & Onboarding, potenzia l’employer branding e ottimizza i percorsi dei candidati in ogni tappa del processo”, conclude Marco Bossi. “Tra i principali vantaggi offerti si evidenziano: un approccio integrato, fluido e collaborativo al recruiting; indicatori di performance e di gestione (KPI); trattamento massivo dei dati provenienti dalle campagne di selezione; intelligenza integrata per identificare i profili migliori; risparmio di tempo sull’intero processo di recruiting”.