In occasione del Data Cloud Summit, Google Cloud ha presentato tre nuove soluzioni, che fanno parte del proprio portafoglio di database e analytics, volte a delineare in modo più compiuto la proposta di una piattaforma unificata dei dati pere le aziende: “Il potenziale dei dati deve poter essere apprezzato nella sua totalità”, ha indicato Gerrit Kazmaier, vice president & general manager per database, data analytics & looker di Google. “Noi abbiamo pensato a prodotti che intendono cambiano radicalmente il modo di organizzare i dati, collegando ogni passaggio in un ciclo che rende tutto più semplice”.

Con la disponibilità di Dataplex, Analytics Hub e Datastream, Google intende spingere le imprese a “superare i silos dei dati, per programmare in modo sicuro i risultati commerciali, responsabilizzare gli utenti e prendere decisioni chiare in tempo reale”, come ha sottolineato Irina Farooq, product leader Data & Analytics del colosso californiano. l principio alla base dei tre prodotti è lo stesso, ovvero distribuire quelli che prima erano silos di dati, per alimentare i sistemi analitici e utilizzare soluzioni in grado di acquisire questi dati in modo sicuro, anche se diffusi su database, data lake o magazzini in ambienti multi-cloud oppur on-premise, acquisendo diverse regole di governance.

Dataplex, in modo particolare, viene definita come una griglia intelligente di dati, che offre un’esperienza di analisi integrata e promette di gestire, integrare e analizzare dati su larga scala, in modo sicuro e automatizzato. L'intelligence dei dati "incorporata" nel prodotto dovrebbe consentire alle aziende di impiegare meno tempo a comprendere le complessità dell'infrastruttura e concentrarsi sull'utilizzo dei dati per ottenere risultati concreti: “Abbiamo verificato come sia un mal di testa costante per le aziende occuparsi di dati duplicati e dover creare processi per tenere traccia di tutto", ha aggiunto Farooq. "Ora siamo in grado di collegare il tessuto attorno ai dati in modo che il cliente non debba più farlo".

Gerrit Kazmaier, Irina Farooq, Andi Gutmans e Debanjan Saha, top manager di Google nell'ambito data & analytice

Datastream, invece, è un servizio di cattura dei dati di cambiamento e di replica serverless. Con questo strumento, i clienti possono replicare i flussi di dati in tempo reale, a partire da database di Oracle e MySql, verso i servizi Google Cloud, come BigQuery, CloudSql, Google Cloud Storage e Cloud Spanner: “Grazie a queste soluzioni, le aziende possono condurre analisi in tempo reale, replicare basi di dati ed elaborare architetture orientate agli eventi”, ha commentato Andi Gutmans, general manager & vicepresidente dell’ingegneria dei database di Google.

Infine, Analytics Hub è una funzione che permette alle aziende di creare, conservare e gestire gli scambi analitici in tempo reale e in sicurezza: “I clienti possono condividere dati e informazioni, soprattutto dashboard dinamiche e modelli di apprendimento automatico, in tutta sicurezza all’interno e all’esterno della loro organizzazione”, ha rimarcato Debanjan Saha, vice president e general manager data analytics di Google.