A pochi giorni dal primo compleanno, che determinerà l’interruzione degli aggiornamenti gratuiti, Microsoft tenta il rush finale su Windows 10. Dopo aver fissato la data di rilascio dell’Anniversary Update celebrativo, che arriverà il prossimo 2 agosto, il colosso di Redmond sta cercando in tutti i modi di convincere gli utenti più riluttanti ad abbandonare definitivamente Windows 7 e 8.1. Come? Con un prompt a tutto schermo che, per le sue dimensioni, non può essere ignorato. La finestra riporta la seguente scritta a caratteri cubitali: “Ci dispiace interrompervi, ma è importante. L’aggiornamento gratuito di Windows 10 termina il 29 luglio”. In fondo si tratta di un annuncio gentile, ma che può risultare comunque fastidioso: cosa non si farebbe per raggiungere un miliardo di dispositivi in tre anni?

Il prompt dà poi quattro opzioni: “notificamelo ancora tre volte”, “non notificare più”, “aggiorna adesso” e “ricordamelo in seguito”. Ma non tutti gli utenti visualizzeranno la schermata. Per esempio, chi è già passato a Windows 10, così come tutti i computer non compatibili con l’ultimo sistema operativo realizzato da Microsoft e quelli in cui la procedura d’installazione non è andata a buon fine.

 

 

Inoltre, i vari metodi presenti sul Web per bloccare le continue notifiche di Windows continueranno a funzionare e impediranno il lancio della nuova schermata. Chi è intenzionato ad aggiornare il proprio ecosistema dovrebbe comunque sbrigarsi. A partire dal prossimo 30 luglio per ottenere Windows 10 Home si dovranno sborsare 119 dollari oppure sarà necessario acquistare un computer nuovo di zecca.