Un arcobaleno colora il cielo dell’Ucc, cioè degli strumenti di comunicazione e collaborazione a distanza. La nuova offerta Alcatel-Lucent Rainbow appena lanciata da Ale (società che opera con il brand Alcatel-Lucent Enterprise) va ad arricchire ulteriormente un mercato di certo non povero, quello delle soluzioni che aggregano funzionalità di gestione dei contatti, di comunicazione a mezzo video, voce, chat, di collaborazione a distanza e condivisione di file e dello schermo. Al pari della concorrenza, anche Ale ha scelto di puntare su un prodotto fruibile non soltanto da Pc ma anche da dispositivi mobili.

La prima peculiarità di Rainbow è quella di essere una soluzione basata su cloud: la sua definizione di marketing è UCaaS, ovvero Unified Communications-as-a-Service. La seconda è la capacità di integrarsi non solo con le piattaforme di comunicazione di Alcatel-Lucent Enterprise, ma anche con quelle di terze parti (l’elenco sarà annunciato l’anno prossimo). In questo modo si salvaguardano gli investimenti già compiuti in azienda e si crea un unico sistema per la gestione delle funzionalità di Rainbow e di funzionalità ulteriori, come la presenza telefonica, la federazione di telefonia multi-sito e il controllo delle chiamate.

L’intera offerta si basa su un’architettura aperta, per potersi integrare con applicazioni esterne e con i processi dell’azienda cliente. Per gli sviluppatori, inoltre, sono a disposizione delle Api con cui si possono personalizzare funzioni di app esistenti (per esempio, aggiungere la chat di Rainbow ad app di mobile banking) o creare applicazioni customizzate.

 

 

Al momento è disponibile una prima edizione di questa offerta, denominata Rainbow Essential e fruibile gratuitamente previa iscrizione sul sito www.openrainbow.com. Nel corso del 2017 saranno presentate e vendute tramite il canale dei partner delle offerte Rainbow Premium, comprensive dei servizi di base e di altri più evoluti. Per esempio, per gli utenti sarà disponibile il servio di conferenze multi-party, mentre per gli amministratori sarano previsti strumenti di gestione degli utenti, backup e integrazione della directory. I pacchetti premium includeranno anche servizi di integrazione Pbox aggiuntivi, come il controllo avanzato delle chiamate.