Nuovi arrivi in ottica IoT nella famiglia di firewall Nextgen di Barracuda. Sono due soluzioni della S-Series, sviluppate per la connessione di migliaia di endpoint, come bancomat o altri dispositivi remoti, rendendo così possibile l’implementazione sicura dell’Internet of Things. I prodotti sono il Firewall Secure Connector 1 (Sc1) e il Secure Access Concentrator (Sac). Il primo è una piccola appliance che offre funzioni di firewall, WiFi e connettività Vpn. Il secondo è invece un gateway virtuale in grado di essere eseguito in ambienti Microsoft Azure o su cloud privati, per ottimizzare i flussi di traffico e applicare centralmente funzioni di sicurezza di nuova generazione sulle appliance Sc1 installate. La nuova linea comprende le stesse funzionalità, come application control, antivirus, Ips e Url filtering già presenti nei prodotti Firewall F-Series e X-Series.

Per esempio, il nuovo editor basato su template (Sca Editor), consente di creare template a vari livelli organizzativi, che possono essere modificati una sola volta per tutte le appliance Sc1 collegate. La funzione Automatic Network Setup permette di definire una singola rete, che viene poi suddivisa in sottoreti più piccole e assegnate ai dispositivi. I percorsi di routing vengono quindi aggiornati in automatico per tutti i Secure Access Concentrator

Sedi e uffici periferici possono ricevere le appliance senza la presenza sul posto di personale It, in quanto la configurazione avviene a livello centrale. Infine, la connessione criptata tra l’appliance Sc1 e il Sac viene stabilita usando Tina, protocollo Ipsec proprietario capace di mantenere una connessione cifrata verso migliaia di appliance Sc1 remote mentre il Barracuda Nextgen Control Center è in grado di controllare decine di Remote Access Connectors.

Secure Connector 1 è già disponibile con prezzi a partire da 299 euro per l’appliance e di 49 euro all’anno per Energize Updates (servizio che fornisce le ultime definizioni al prodotto). L’appliance virtuale Secure Access Concentrator è invece immediatamente disponibile a partire da 999 euro, mentre il servizio Energize Updates costa 179 euro all’anno. Prezzi e disponibilità possono variare a seconda delle regioni.