Microsoft è più solida che mai. Un’azienda in trasformazione continua, ma che può contare sui suoi capisaldi storici. A cominciare da Windows: il sistema operativo ha superato il traguardo degli 1,3 miliardi di utenti nel mondo. Nel trimestre concluso al 31 marzo l’azienda di Redmond ha ottenuto 41,7 miliardi di dollari di ricavi, crescendo del 19% rispetto all’analogo periodo dell’anno scorso. Il profitto operativo ha raggiunto quota 17 miliardi, con un incremento del 31%, mentre l’utile netto è stato di 15,5 miliardi di dollari su base Gaap, corrispondente a una crescita del 44% anno su anno (su base non-Gaap di due dati sono 14,8 miliardi di dollari e 44%).

I numeri hanno battuto le stime degli analisti e vi si legge un aumento di fatturato year-over-year che mai era stato così sostanzioso negli ultimi tre anni. I progressi di Windows sono ammirevoli, considerando la maturità e la già ampia diffusione della piattaforma: nel giro di dodici mesi ha guadagnato 300 milioni di nuovi utenti. A detta di Microsoft, e come intuibile, questo salto in avanti è dovuto alla crescita della domanda e degli acquisti di computer portatili e desktop, come conseguenza delle esigenze di smart working sorte durante la crisi pandemica. 

“A un anno dall’inizio della pandemia”, ha dichiarato il Ceo, Satya Nadella, “le curve di adozione del digitale non stanno rallentando. Stanno, anzi, accelerando e questo è solo l’inizio. Stiamo costruendo il cloud per il prossimo decennio, allargando il nostro mercato di destinazione e innovando su tutti i livelli dello stack tecnologico per aiutare i nostri clienti a essere resilienti e a trasformarsi”.

Nel trimestre le soluzioni cloud per aziende hanno fruttato 17,7 miliardi di dollari, con una crescita del 33% anno su anno. Le vendite di prodotti e servizi cloud legati a Office 365 per le aziende sono aumentate del 22% a valore, mentre le analoghe destinate al mercato consumer sono salite del 5%. Per quanto riguarda Erp, Crm e altri software aziendali racchiusi nell’offerta Dynamics, il rialzo dei ricavi è stato del 26%, ma considerando solo la parte in cloud la percentuale sale al 45%. Il giro d’affari dell’offerta che Microsoft chiama “Intelligent Cloud” (in cui rientra Azure) ha raggiunto i 15,1 miliardi di dollari, corrispondenti a una crescita del 23%. Il fatturato di LinkedIn è aumentato del 25% anno su anno.