È da tempo che si rumoreggia di una possibile acquisizione da parte di Intel della startup Moovit, che ha realizzato l’omonima app per la mobilità urbana. Sembrerebbe che l’accordo, un affare da un miliardo di dollari, si possa concludere a breve.

Intel, che si occupa anche del settore automotive, è interessata a Moovit soprattutto per le tecnologie, basate su intelligenza artificiale e analisi dei big data, che consentono all’applicazione di tracciare il traffico e fornire consigli sulla viabilità a circa 800 milioni di persone in tutto il mondo. Si legge sul sito TechCrunch che il portavoce di Moovit non ha voluto commentare, ma nello stesso tempo non ha negato. Questo potrebbe convalidare l’ipotesi di un imminente accordo.

Se l’operazione andrà a buon fine, Moovit entrerà a far parte dell'hub automobilistico israeliano di Intel, guidato da Mobileye, la società che si occupa di soluzioni per la guida autonoma che nel 2017 è stata acquisita dal colosso americano per 15,3 miliardi di dollari. La tecnologia sviluppata da Moovit potrebbe essere applicata alle vetture per consentire di portare i passeggeri a destinazione nel minor tempo possibile. Non a caso la startup israeliana aveva già collaborato con Mobileye e Intel: quest'ultima nel 2018 ha investivo in Moovit 50 milioni di dollari e Amnon Shashua, Senior Vice President di Intel e Ceo/Cto di Mobileye, è entrato a far parte del consiglio di amministrazione di Moovit come osservatore.