Il presidente di Samsung, Kun-Hee Lee, è deceduto all'età di 78 anni. L’azienda, nella comunicazione ufficiale, non ha specificato quale sia stata la causa della morte, ma si sapeva che le sue condizioni di salute non erano buone da quando, sei anni fa, ha avuto un attacco di cuore. Era considerato come la persona che ha trasformato la società sud coreana nel gigante dell'elettronica che è oggi, dopo aver rifocalizzato l'azienda sulla realizzazione di prodotti di fascia alta, invece di dispositivi economici e di base.

"Il presidente Lee è stato un vero visionario che ha trasformato Samsung da azienda locale a leader nell'innovazione a livello mondiale e potenza industriale", ha detto un portavoce di Samsung. "Tutti noi di Samsung lo ricorderemo con apprezzamento e gratitudine per il viaggio che abbiamo condiviso con lui".

Il padre di Lee, Byung-chul Lee, fondò Samsung Group - il “genitore” di Samsung Electronics - nel 1938 come società commerciale che forniva alla Cina pesce coreano essicato, verdura e frutta. L’azienda ha iniziato a vendere elettronica solo 31 anni dopo, nel 1969. Ma il vero cambiamento è avvenuto alla metà degli anni '90, quando Kun-hee Lee, allora alla guida dell'azienda dopo la morte del padre avvenuta nel 1987, ha iniziato a indirizzare la società verso la realizzazione di prodotti di fascia alta, abbandonando in parte il business di quelli più economici. Nel 1993, durante un meeting a Francoforte, dove era presente la maggior parte dei dirigenti, disse che si doveva “cambiare tutto tranne la moglie e i figli".

Quell’incitazione non fu però sufficiente. All'inizio del 1995, Kun-hee Lee scoprì che i telefoni che faceva testare non funzionavano. Infuriato si è recato a Gumi, che si trova a circa tre ore di macchina a sud di Seoul ed è la sede del principale stabilimento di assemblaggio di Samsung, e ha fatto gettare 150.000 telefoni in un campo. Si narra che poi abbia ordinato ad alcuni dipendenti di dare fuoco alla pila di dispositivi e di sotterrarli con un bulldozer. Dopo questo fatto Samsung Electronics si è concentrata sulla progettazione di prodotti di alta qualità, scelta che l'ha aiutata ad attirare clienti in tutto il mondo.

Oggi Samsung è uno dei maggiori produttori di telefoni a livello globale - per quasi un decennio è stato il più grande, titolo che ha perso all'inizio di quest'anno, cedendolo a Huawei - così come è un gigante nel settore dei televisori, nella produzione di componenti, nei chip di memoria e negli elettrodomestici.

Tag: samsung