Il gruppo Maticmind, system integrator milanese, amplia le proprie attività inaugurando una nuova divisione interna dedicata a Engineering Procurement & Construction e chiamata, da acronimo, Epc. Grazie a questa nuova struttura il gruppo “consoliderà le proprie competenze e sarà in grado di fornire soluzioni dedicate all’esecuzione di progetti e impianti di grandi dimensioni, seguendone lo sviluppo in ogni singola fase”, ha fatto sapere l’ufficio stampa di Maticmind. La nuova Business Unit sarà guidata da Emanuele Bolzonaro, professionista che ha maturato esperienza più che ventennale nell’industria delle infrastrutture, energia, oil & gas e automazione. 

L’apertura segna un punto di svolta nella strategia di crescita dell’azienda (già portata avanti attraverso acquisizioni)  e le permette di aprirsi anche al mercato internazionale assumendo il ruolo di un “global system integrator”. In un primo momento il focus sarà su clienti italiani, ma con la prospettiva di allargare i nuovi progetti della divisione Epc anche ad aziende estere. Si punta a realizzare “ iniziative capaci di coniugare creazione di valore economico e responsabilità ambientale e sociale”, temi oggi molto sentiti.

Maticmind opera attualmente attraverso la sede legale di Milano, quella amministrativa di Roma e diverse sedi operative sul territorio italiano. Il gruppo conta oggi oltre 900 dipendenti e ha realizzato nel 2020 un fatturato superiore ai 300 milioni di euro. Il suo campo d’azione è l’impiantistica digitale integrata con attività di ingegneria (oggi erogata attraverso la controllata Fibermind con i suoi 300 ingegneri), project management, procurement, realizzazione di data center e soluzioni di automazione, commissioning, maintenance and support, monitoraggio e supervisione di infrastrutture e sistemi.

“L’integrazione della nuova Business Unit Epc”, ha commentato Filippo Monticelli, amministratore delegato di Maticmind, “è in linea con gli obiettivi che ci siamo dati. Nuove soluzioni per rafforzare la nostra leadership sul mercato, che si consolida anno dopo anno grazie ad investimenti e strategie mirate. Questa nuova divisione rappresenta un passo in avanti per l’intero gruppo, ci permette di espandere il nostro network verso tecnologie innovative legate all’automazione e alle soluzioni a supporto dei progetti in ambito IoT”.