Inizio di 2022 intenso per Sap: l’azienda sinonimo di Erp e tecnologie database ha annunciato l’intenzione di acquisire una quota di maggioranza di Taulia, un fornitore di soluzioni per la gestione del capitale circolante, i pagamenti, la fatturazione e altre attività che competono all’area finanziaria delle aziende. In sostanza, Taulia permette di ottenere pagamenti anticipati attraverso il finanziamento della supply chain, lo sconto dinamico e il finanziamento dei crediti. Sul mercato dal 2009, la società ha sede a San Francisco e ha costruito negli anni una rete di oltre due milioni di aziende clienti, che utilizzano la sua piattaforma per determinare quando vogliono pagare ed essere pagate.

Taulia è già un partner Sap e le rispettive offerte sono parzialmente integrate (anche perché l’80% dei clienti di Taulia utilizza un Erp di Sap). In seguito all’acquisizione, le due offerte saranno ulteriormente integrate, ma Taulia opererà come società indipendente con il proprio marchio e le sue soluzioni continueranno a essere disponibili indipendentemente da quelle di Sap.  Inoltre saranno preservate alleanze attive con partner finanziari come J.P. Morgan e UniCredit.

 

Luka Mucic, direttore finanziario di Sap


La costituzione di una società indipendente garantirà la necessaria flessibilità per invitare altri operatori del settore bancario a diventare anche partner azionari in Taulia, benché Sap intenda restare il proprietario di maggioranza a lungo termine. L’attuale Ceo di Taulia, Cédric Bru, rimarrà nel ruolo  mentre il chief financial officer di Sap, Luka Mucic, diventerà presidente del consiglio di amministrazione. “Taulia rafforza il nostro portafoglio e aggiunge valore a un aspetto fondamentale per ogni azienda: flessibilità e stabilità finanziaria”, ha dichiarato Mucic. “In questo modo, contribuiscono a rendere le catene di approvvigionamento più resilienti”.

 

Insieme a questa notizia, Sap ha comunicato anche i risultati finanziari del 2021, un anno in cui i ricavi totali hanno toccato un valore di 27,84 miliardi di dollari, con una crescita rispetto al 2020 del 2% (o del 3% a valuta costante). Le vendite dell’offerta in cloud sono aumentate del 17% (o del 19% a valuta costante), raggiungendo un giro d’affari di 9,42 miliardi di euro. I ricavi di Sap S/4Hana cloud sono cresciuti di ben il 46%, per un valore di 1,09 miliardi di euro. Per quanto riguarda l’offerta Rise with Sap, lanciata un anno fa, l’azienda sottolinea il traguardo dei 1.300 clienti raggiunti, 650 dei quali solo nel quarto trimestre: la lista include anche nomi noti come Adobe, Panasonic Corporation, Mahindra & Mahindra, Fresenius SE, Ibm, Allianz Technology, CVS, Unipart Group, Samsung Ssd e Siemens.

 

Altra notizia di pochi giorni fa è l’annuncio di una “partnership estesa” e di un investimento fatto da Sap in Icertis, un fornitore di soluzioni di gestione dei contratti basate sull’intelligenza artificiale. Anche in questo caso, come per Taulia, sono previste future integrazioni delle rispettive offerte.