Edge, il browser di Microsoft, continua a fare progressi. La prossima release stabile del programma, Edge 89, ci permetterà di navigare su Internet perdendo meno tempo e con una più comoda visualizzazione dei contenuti. Il primo miglioramento è opera di una nuova funzione chiamata “potenziamento all'avvio”, che consente di eseguire Edge in background (lanciando il programma all'avvio del computer) anche quando non abbiamo schede aperte. Cliccando sull'icona di Edge per avviare il browser, poi, sperimenteremo una riduzione dei tempi di avvio di circa il 41%. 

 

Quindi potremo risparmiare tempo, a patto però di lavorare su un Pc sufficientemente dotato di risorse di calcolo e memoria, che non risulti rallentato dall'esecuzione di un programma in background. L'opzione può essere attivata dalle “Impostazioni” di Windows, nella sezione “Sistema”. 

 

La novità del potenziamento all'avvio si affianca al lancio recente dell'opzione “schede in sospensione" (“sleeping tab”, nella versione originaria), che sospende in automatico le schede rimaste inattive per un certo tempo, impostato dall'utente da un minimo di cinque minuti a un massimo di 12 ore, così da ridurre il consumo di batteria e l'impegno di risorse di Cpu. Le schede “addormentate” si riconoscono alla vista perché scolorite e per riattivarle è sufficiente selezionarle con il mouse.

 

L'altra innovazione di Edge 89 è la possibilità di organizzare le schede di navigazione in verticale: anziché come etichette posizionate in alto nella finestra del browser, una accanto all'atra, compaiono in un'area sulla sinistra, una sopra l'altra. Lo spazio guadagnato per la visualizzazione dei contenuti non è molto, in realtà, ma questa opzione risulta comunque utile se durante la navigazione abbiamo molte schede aperte e non vogliamo che il loro nome venga troncato (come accade normalmente nella visualizzazione orizzontale). 

 

Per disporre le schede in verticale è sufficiente cliccare su un'icona che compare nell'angolo in alto a sinistra nella schermata di Edge 89. Cliccando una seconda volta si torna alla classica impostazione orizzontale.