Wikipedia compie vent’anni, ricordandoci quanto tempo e quante trasformazioni il Web ha attraversato dal 2001 a oggi, mentre giorno dopo giorno le pagine digitali della prima enciclopedia “collaborativa” al mondo si moltiplicavano e si riempivano di contenuti, prima in inglese e poi in centinaia di altre lingue. In vent’anni però Wikipedia, la più importante tra le iniziative della fondazione Wikimedia, non solo si è ingrandita ma ha guadagnato una meritata credibilità, grazie alle sue severe linee guida e al suo continuo processo di revisione e verifica dei contenuti. 

Frutto dell’idea di Jimmy Wales e Larry Sanger, la piattaforma fu lanciata in inglese il 15 gennaio del 2001: le sue prime parole pubblicate furono “Hello, world”. Già alla fine del suo primo anno di vita, il sito poteva contare quasi 19.600 voci su 18 edizioni in altrettante lingue. Il record di enciclopedia più grande del mondo, certificato dall’ingresso nel Guinness dei primati, arrivò solo nel 2008, anno in cui fu anche superato il traguardo dei 10 milioni di voci. Da lì l’accelerazione: 20 milioni di voci nel novembre del 2011, 30 milioni nel 2014. 

Oggi Wikipedia è il tredicesimo luogo di Internet più visitato. Attualmente (secondo l’aggiornamento del 12 gennaio 2021) la sola English Wikipedia conta 6.227.688 di articoli e 52.333.776 pagine, per un totale di circa 3,7 miliardi di parole e di circa 18,9 GB di storage occupati. Ogni giorno, in media, vengono creati 597 nuovi articoli in inglese.

Come spiegato sulle sue stesse pagine, Wikipedia è non è un luogo in cui chiunque può esprimere liberamente la propria opinione o contestare quella altrui (altri sono i luoghi del Web deputati a questo), non è una mera collezione di immagini e di link, non è una directory, non è un sito di informazione giornalistica, non è un manuale né un dizionario e certamente non è nemmeno una “sfera di cristallo” in cui possano trovare riflesso voci di corridoio, speculazioni e teorie non verificate.

“Più di 250mila persone modificano Wikipedia, attingendo alle loro esperienze, la loro lingua e la loro cultura, utilizzando fonti attendibili perché sia possibile verificare l'affidabilità delle voci”, ricordano i gestori della piattaforma nella pagina che celebra la ricorrenza dei vent’anni (con tanto di un calendario appuntamenti online per festeggiare). “Le fonti si trovano in calce alle pagine, in modo che i lettori possano sempre sapere da dove provengono le informazioni contenute. Ma non solo: gli utenti di Wikipedia vigilano continuamente sulle voci, per arginare la diffusione di informazioni parziali o errate, bufale e fake news. In molti casi le informazioni errate vengono corrette nel giro di pochi minuti, specialmente quando vengono inserite in voci ad alta visibilità”.