Dopo i testi, la voce, le immagini, le emoji, i clip video, Whatsapp complete le sue capacità di comunicazione con le videochiamate. L’ingrediente che ancora mancava alla ricetta, sempre più ricca, dell’app di messaggistica è ora arrivato, anche se solo in via sperimentale per gli utenti Android iscritti al programma beta di Google Play. Per costoro, ma anche per chi vorrà scaricare l’APKMirror della versione 2.16.318 di Whatsapp, è ora possibile scegliere se chiamare un proprio contatto con una semplice telefonata oppure con una videochiamata, cliccando sull’icona della cornetta del telefono oppure su quella nuova della videocamera.

Trattandosi di una funzionalità ancora in fase di test, è possibile che le comunicazioni video si interrompano occasionalmente oppure che non si riesca immediatamente a “riagganciare”, ma il problema è temporaneo. Curiosamente, nelle scorse settimane alcuni utenti Windows Phone hanno segnalato la comparsa di questa novità nella propria applicazione di Whatsapp, e adesso è la volta dei beta tester di Android. Non si dovrà aspettare molto, presumibilmente, per l’introduzione ufficiale delle videochiamate nelle app per il sistema operativo di Google e per quello di Apple.

Gli utenti iOS e Mac OS, d’altra parte, già da tempo dispongono di uno strumento multimediale e poliedrico come FaceTime, mentre per tutti – da Web o da applicazione mobile – lo storico punto di riferimento per le videochiamate è Skype. Whatsapp si differenzia da quest’ultimo per almeno un paio di motivi: è nativamente radicato nel mobile e basa ogni contatto fra gli utenti sul numero di telefono cellulare e non su uno username. Skype è in qualche modo più versatile, perché si presta a diventare un mezzo di comunicazione diretta fra singoli individui, aziende, fornitori di servizi che inseriscono il relativo plugin nel proprio sito Internet.

Whatsapp è un mezzo di comunicazione più personale, ma non di meno incredibilmente popolare: lo utilizzano oltre un miliardo di persone. Non va poi dimenticata Messenger, l’altra applicazione di messaggistica e comunicazione (fra singoli o fra gruppi) di proprietà di Facebook e profondamente integrata con il social network: anch’essa già prevede le videochiamate.