Piccolo, ma adatto al multitasking. Dell ha svelato il più piccolo thin client della propria offerta, il modello entry level Wyse 3040, basato per la prima volta su processori Intel Atom X5 1,44 GHz a quattro core. Il dispositivo pesa 240 grammi e supporta fino a 2 GB di memoria Ddr3 e 8 GB di storage flash. Compatibile con gli ambienti di lavoro virtuale di Citrix, Microsoft e Vmware, Wyse 3040 permette di scegliere fra i sistemi operativi Wyse ThinOs o ThinLinux (da giugno). Il device, secondo dati forniti da Dell, garantisce prestazioni della batteria migliori del 30 per cento rispetto alla generazione precedente e, grazie alle piccole dimensioni, può essere montato anche sul retro di un monitor per creare un ambiente di lavoro con meno ingombro possibile.

Per sostenere diverse periferiche e le connessioni di rete necessarie per soddisfare le esigenze di business, Wyse 3040 include due interfacce DisplayPort, supporto per doppio display digitale (con risoluzione massima 2.560 x 1.600) e quattro porte Usb, di cui una con standard 3.1. Il vendor mette inoltre a disposizione una suite completa di gestione software (on-premise, off-premise e automatica) per scalare decine di migliaia di dispositivi.

Per un setup, una gestione e una configurazione automatica out-of-the box, Wyse Device Manager e Wyse Cloud Client Manager permettono ai team It di configurare da remoto e gestire le policy da una console unica. La nuova soluzione di Dell, come detto, è compatibile con tutti i principali broker software di virtualizzazione, tra cui Citrix XenDesktop, Microsoft Rds e Vmware Horizon.

A partire da giugno 2017, Wyse 3040 supporterà anche il protocollo Vmware Blast Extreme remote protocol. Il dispositivo, con il sistema operativo preinstallato ThinOs è già disponibile a livello globale a partire da 309,99 euro.