Semplificare la gestione di reti distribuite, centralizzandola e sfruttando degli automatismi, è quando permettono di fare i nuovi servizi cloud-nativi di Hpe Aruba. All’interno di Aruba Central, la console per la gestione e l’automazione dei workflow di rete, debutta una soluzione chiamata Aruba Central NetConductor, grazie a cui è possibile ottenere agilità e velocità ma anche il rispetto delle policy di sicurezza. In particolare, la soluzione segue le logiche dello zero trust (accesso sempre verificato per ogni singola richiesta) e del Sase (l’architettura Security Access Service Edge, che mette insieme funzionalità di accesso alla rete e sicurezza). 


Si tratta di una soluzione che può portare semplicità all’interno di architetture di networking complesse, frammentate e “multigenerazionali”, in cui si mescolano tecnologie più o meno recenti. Specie le reti tradizionali Vlan richiedono un notevole lavoro di configurazione e integrazione e faticano ad adattarsi alle attuali esigenze del lavoro ibrido in merito a cybersicurezza e performance. 

 

Nel concreto, Central NetConductor aiuta a centralizzare la gestione di reti distribuite con servizi cloud-nativi che semplificano il provisioning delle policy e automatizzano le configurazioni di rete all'interno di infrastrutture cablate, wireless e Wan. La soluzione crea una sorta di overlay che collega tra loro i segmenti Vlan esistenti con servizi di configurazione e policy cloud-nativi. Gli utenti possono, così, connettersi alle risorse aziendali da qualsiasi luogo e senza rischi.

 

Central NetConductor migliora l’automazione delle reti attraverso flussi intent-based e con l’orchestrazione delle policy di sicurezza. Queste ultime vengono integrate nelle reti in base ai principi zero trust e Sase, e sfruttando una tecnologia di segmentazione dinamica (Dynamic Segmentation) e il controllo degli accessi in base al ruolo dell’utente. L’agilità delle reti viene migliorata da servizi cloud-nativi che permettono di avere visibilità e controllo. La soluzione si basa su protocolli standard, come EVPN, VXLAN e BGP, ed è dunque compatibile con un’ampia gamma di tecnologie di rete già in uso.

“Le aziende hanno dimostrato un'eccezionale resilienza di fronte agli stravolgimenti e ai terremoti degli ultimi due anni ed è diventato chiaro come l'agilità del business sia ora la priorità dei nostri clienti”, ha dichiarato David Hughes, chief technology and product officer di Hpe Aruba. “Le novità presentate oggi aiuteranno i clienti a far evolvere il loro approccio in direzione di un ‘orientamento ai servizi’ mediante soluzioni basate su intelligenza artificiale, rafforzando la sicurezza e accelerando il passaggio a un'architettura di rete cloud-centric, caratteristiche che definiscono una rete moderna”.

 

(Immagine: Hpe Aruba)


 

“Nel mondo del business di oggi la flessibilità è fondamentale: le aziende devono poter cambiare marcia, attivare nuovi servizi e nuove proposte e servire nuovi clienti praticamente dalla sera alla mattina”, ha commentato Maribel Lopez, fondatrice di Lopez Research. “Poiché la rete è alla base di tutto, consentendo la connettività e l'intelligence data-driven – essa deve essere dotata di flessibilità. Le aziende dovrebbero cercare soluzioni basate su standard che offrano flessibilità tecnica, capacità di salvaguardare gli investimenti, possibilità di adottare nuove tecnologie al ritmo che preferiscono e opzioni quando si tratta di modelli di consumo”.

 

Hpe Aruba ha anche presentato i suoi primi access point per interni (Aruba Wi-Fi 6/6E), in grado di localizzarsi autonomamente (e dunque di fornire la propria posizione in autonomia, senza interventi del personale) grazie a ricevitori Gps integrati e al Wi-Fi. La società ha annunciato, inoltre, con il nome di “Open Locate” la proposta di un nuovo standard di settore per la condivisione delle informazioni di localizzazione dagli access point ai dispositivi. 


I servizi Aruba Central NetConductor sono attualmente disponibili in modalità early access e passeranno alla disponibilità generale dal mese di luglio. Per sfruttarli è sufficiente essere clienti di Aruba Central con licenza Advanced. I nuovi access point Aruba Wi-Fi 6/6E sono ora in consegna; le capacità Gps sono comprese negli access point Aruba Wi-Fi 6E già sul mercato. Le nuove soluzioni sono proposte attraverso i metodi di procurement e deployment tradizionali oppure in modalità as-a-service attraverso Hpe GreenLake for Aruba networking.