C’è racchiusa la visione sul futuro della gestione integrata delle informazioni nel progetto Titanium, che OpenText ha presentato, approfittando del palcoscenico offerto dall’edizione Emea del proprio evento dedicato a esperti di gestione dei dati, partner strategici e professionisti della tecnologia.

Ma Titanium rappresenta anche l’ultimo stadio di avanzamento del vendor lungo il percorso evolutivo verso il cloud, già intrapreso da qualche tempo e ora finalizzato alla gestione delle informazioni. Il Ceo e Cto dell'azienda, Mark Barrenechea, ha centrato su questo il proprio speech d’apertura, indicando nel cloud lo strumento ideale per affrontare le sfide tecnologiche, ma anche quelle legate alla sostenibilità ambientale e alla compliance normativa: “Le organizzazioni hanno bisogno di lavorare con tecnologie integrate in cloud, che fungano da base per il lavoro moderno, le supply chain digitali, le esperienze dei clienti e l'informatica sicura. Essere intelligenti, connessi e responsabili traduce il vantaggio informativo in valore di business”.

Mark Barrenechea, Ceo e Cto di OpenText

Project Titanium andrà a rafforzare la piattaforma OpenText Cloud, con l’intento di fornire una piattaforma comune per il consumo di tutti i software e servizi del vendor. Questa sarà disponibile sia in modalità on-premise che in cloud pubblico o privato. Aperto ad applicazioni personalizzate o di terze parti e accessibile tramite Api, consentirà ai clienti di spostare un maggior numero di carichi di lavoro nel cloud. Inoltre, attraverso l'OpenText Cloud Zone, clienti e partner disporranno di un nuovo centro di risorse digitali per valutare, gestire, rinnovare e supportare più facilmente i prodotti.

OpenText ha chiarito come la priorità di sviluppo per il futuro sarà il cloud e solo nei prossimi 18 mesi, sono previsti nuovi rilasci al ritmo di tre mesi.

Lo stesso evento è servito per raccontare le novità contenute nella Cloud Editions 22.2, ultima versione della soluzione di gestione delle informazioni di OpenText. All’interno si trovano diverse nuove funzionalità, tra cui Core Content, che rafforza l'integrazione con Microsoft Teams creando un repository comune per governance più avanzata, flussi di lavoro di firma elettronica integrati, modelli di aree di lavoro, acquisizione dati e altro, in un'unica soluzione SaaS. Extended Ecm, invece, aiuta le aziende a condividere contenuti tra Teams, Sap, Salesforce e Oracle, nonché soluzioni aziendali e di settore. Da citare anche Exstream + Cdp​, che offre la possibilità di combinare diverse e facilitare lo sfruttamento dei dati first party e rafforzare le personalizzazioni, migliorando l’engagement dei clienti e i tassi di risposta.