Oracle Corporation ha annunciato i risultati del primo trimestre relativo all’anno fiscale 2021. I ricavi trimestrali totali sono aumentati del 2% su base annua in dollari e in valuta costante a 9,4 miliardi di dollari, rispetto al primo trimestre dell'anno scorso. I ricavi dei servizi cloud e del supporto licenze sono aumentati del 2% in valuta corrente e in valuta costante a 6,9 miliardi di dollari, mentre quelli delle licenze cloud e on-premise hanno registrato un incremento del 9% in dollari e dell’8% in valuta costante a 886 milioni di dollari.

L’utile operativo Gaap del primo trimestre è salito del 12% - 3,2 miliardi di dollari - e il margine operativo Gaap è stato del 34 per cento. L’utile operativo non-Gaap è cresciuto del 9% - 4,2 miliardi di dollari - e il margine operativo non-Gaap è stato del 45 per cento. L'utile netto Gaap è salito del 5%, mentre quello non-Gaap è aumentato del 4% - 2,9 miliardi di dollari.

Nel commentare i risultati del primo trimestre fiscale a livello locale, Fabio Spoletini, Country Manager di Oracle Italia e Sr. Vp Technology Sud- Emea e Paesi Cis, ha aggiunto, "Anche in Italia abbiamo visto a Q1 una graduale e costante ripresa, in particolare da parte delle medie e grandi aziende che - sotto la spinta dell'emergenza sanitaria - hanno capito meglio non solo la flessibilità e resilienza che dà il cloud in generale, ma anche il valore specifico di un cloud diverso - di livello enterprise - come quello di Oracle, più sicuro e performante, con molte opzioni semplici e sicure di ‘interoperabilità’, sia con i cloud di altri vendor sia con dati e applicazioni residenti nel proprio datacenter".