La crescita dei dati e i requisiti di bassa latenza delle applicazioni si riflettono sullo storage: ai sistemi deposti all’archiviazione vengono richieste sempre maggiori prestazioni e sempre maggiore scalabilità. Per soddisfare le esigenze dei carichi di lavoro critici di livello più elevato, come i database massivi e le applicazioni cloud-native e containerizzate, Pure Storage ha ampliato la propria gamma di flash array con una nuova famiglia di taglia “extra large”. FlashArray//XL, questo il nome, è progettata per le applicazioni aziendali mission-critical che richiedono bassa latenza e che gestiscono elevati volumi di dati.

 

Già disponibili sul mercato, a seconda delle configurazioni questi sistemi possono aggiungere una capacità effettiva di 5,78 PB, una latenza minima di 150 µs e fino a 36 GB/s di throughput con una riduzione media dei dati in rapporto 5:1. Si tratta, come sottolinea lo stesso vendor, della gamma di array più performanti e scalabili mai presentata da Pure. Rispetto a precedenti modelli, i nuovi “XL” garantiscono una connettività host doppia e oltre il doppio del volume supportato su un singolo array.

 

I FlashArray//XL sono stati progettati per funzionare insieme a Pure Fusion, la piattaforma “Storage-as-Code” self-service di Pure Storage. Insieme, queste macchine e questo servizio incrementano la scalabilità dell’archiviazione attraverso il cloud e permettono di adottare policy di gestione di dati e ottimizzare gli storage pool e la collocazione dei carichi di lavoro. Tra i vantaggi sottolineati da Pure ci sono l’efficienza e la densità per il consolidamento delle applicazioni, e ancora la possibilità di proteggere in modo continuativo i dati, permettendo un rapido ripristino in caso di ransomware o incidenti informatici. Abbonandosi al servizio "Evergreen", inoltre, i clienti hanno accesso immediato alle nuove funzionalità, ad aggiornamenti software e upgrade dello spazio di archiviazione.

 

“I clienti si aspettano una modalità nuova e moderna per scalare lo storage enterprise”, ha commentato Shawn Hansen, vice president e general manager FlashArray di Pure Storage. “FlashArray//XL è un chiaro segnale per i produttori di storage legacy perché combina la scalabilità high-end di un vero array di classe enterprise con l'agilità scale-out del modello operativo tipico del cloud”.