Vmware allarga la collaborazione con il Google per ampliare le possibilità di scelta dei progetti di migrazione in cloud. Il Google Cloud Vmware Engine è stato aggiunto alle offerte in abbonamento di Vmware Cloud Universal, allo scopo di fornire alle aziende una maggiore possibilità di scelta nell’adozione di un cloud gestito. Finora, questa offerta ha incluso Vmware Cloud Foundation (private cloud gestiti dal cliente), Vmware Cloud on Dell Emc (cloud locale, on-premise, gestito da Vmware), Vmware Tanzu (distribuzione e gestione di carichi di lavoro containerizzati), vRealize Cloud Universal (strumenti software-as-a-service per automazione, operation, analisi dei registri e visibilità della rete), Vmware Success 360 (soluzione completa, con attività di formazione, onboarding, assistenza proattiva e dedicata) e Vmware Cloud on Aws (un servizio cloud nativo, gestito da Vmware su data center di Amazon Web Services).

 

Ora, dunque, Vmware pareggia i conti includendo un servizio sviluppato insieme a Google, simile a quella già proposta con Aws. Il Google Cloud Vmware Engine consente di spostare le applicazioni Vmware nel cloud senza dover apportare modifiche ad applicazioni, strumenti o processi, e l’intera procedura richiede spesso meno di un’ora (secondo uno studio condotto dalle due aziende). Capacità di  sicurezza, disponibilità, ottimizzazione delle risorse, gestibilità e supporto operativo sono integrate nel servizio di base.

 

L’uso di Google Cloud Vmware Engine tramite abbonamento Vmware Cloud Universal ha vantaggi di agilità, sicurezza, disponibilità delle applicazioni (99,99% di uptime per cluser, secondo lo Sla previsto) e permette di disporre di 100 Gbps di rete dedicata est-ovest e alta disponibilità, il tutto a fronte di significativi risparmi di denaro (in media, una riduzione del total cost of ownership del 38%, rispetto all’uso di ambienti on-premise, nel giro di tre anni) e di manodopera. C’è un chiaro vantaggio anche per i partner di canale di Vmware, che possono ora offrire Google Cloud Vmware Engine insieme ad altri servizi “cross-cloud” di Vmware.

 

"La partnership con Vmware rende molto facile per le aziende migrare le applicazioni basate su Vmware sull'infrastruttura affidabile e altamente performante di Google Cloud", ha detto Kevin Ichhpurani, corporate vice president, Global Ecosystem di Google Cloud. "Questo annuncio avvicina ulteriormente Vmware e Google Cloud e rappresenta un significativo passo avanti nel nostro impegno congiunto a sostenere la trasformazione digitale delle aziende con Google Cloud Vmware Engine".

 

"Gestire le iniziative strategiche dei clienti sulla modernizzazione delle app e del cloud, così come la distribuzione della forza lavoro è stato il fondamento della partnership pluriennale di Vmware e Google Cloud", ha commentato Zia Yusuf, senior vice president, strategic ecosystem and industry solutions du Vmware. "Ora stiamo rendendo più veloce e più facile per i nostri clienti comuni utilizzare Google Cloud Vmware Engine insieme ad altri Vmware Cross-Cloud Services, attraverso il data center, l'edge o Google Cloud. Abilitando un approccio multi-cloud che consente ai clienti di sfruttare senza soluzione di continuità Google Cloud per eseguire le loro applicazioni vSphere, stiamo aiutando le aziende a portare innovazione digitale garantendo al tempo stesso un controllo di livello enterprise".

Tra i clienti congiunti di Vmware e Google Cloud, nel mondo delle telecomunicazioni c’è Nokia. "Nokia ha migrato la propria infrastruttura IT on premises su Google Cloud", ha raccontato Ravi Parmasad, vice president global IT infrastructure dell’azienda finlandese. "E il Google Cloud Vmware Engine ha favorito il processo di migrazione, in quanto soddisfa le priorità di Nokia di velocità, business continuity e di mantenimento del controllo dei nostri carichi di lavoro per supportare al meglio i nostri clienti in più di 130 Paesi".