Dopo l’annuncio della nomina di Pat Gelsinger a capo di Intel, ecco un altro rimescolamento ai vertici di aziende tecnologiche: Manny Rivelo, un veterano del settore, è il nuovo Ceo di Forcepoint. La sua nomina è conseguenza della vendita dell’azienda texana di cybersicurezza al fondo di private equity Francisco Partners, che l’ha rilevata per 1,1 miliardi di dollari. Nella nella nota emessa dell’ufficio stampa nessuna parola per Matthew Moynahan, l’ormai ex amministratore delegato, rimasto in carica per poco meno di cinque anni.

 

Ora l’azienda sarà capeggiata da un manager a cui certo non manca l’esperienza nel campo della sicurezza informatica. Nel curriculum di Rivelo ci sono i 18 anni trascorsi in Cisco, i quattro anni e mezzo in F5 Networks (ricoprendo, per sei mesi, anche i ruoli di presidente e Ceo), i due anni di lavoro come Ceo di AppViewX e più recentemente, tra il 2018 e il 2020, l’incarico di chief customer officer per la società di networking Arista.

 

“Mentre nel mondo continuiamo a vedere attacchi su larga scala”, ha commentato Rivelo, “il settore della cybersicurezza ha bisogno di evolversi per assicurare capacità di protezione adeguate a quelle degli attuali autori di minacce sofisticate. Sono ansioso di rafforzare la posizione di leadership di Forcepoint come partners di sicurezza d’elezione per le aziende e le agenzie governative nel mondo”.