Duemila miliardi di dollari. È questa la spaventosa cifra che ieri ha fatto registrare Apple come capitalizzazione di Borsa. Le azioni della società di Cupertino sono andate costantemente crescendo in questo 2020, mettendo a segno un aumento del 59% dall’inizio dell’anno, e questo nonostante un aumento trimestrale dei ricavi contenuto nell11% e un utile per azione cresciuto del 18%. Sono sempre numeri importanti, ma inferiori rispetto a ciò a cui eravamo abituati.

Il mercato tecnologico mostra però un rimbalzo, dopo avere visto una contrazione legata alla prima fase di espansione della pandemia da Coronavirus, e anche Apple ne ha beneficiato. In generale le azioni delle aziende tecnologiche hanno registrato un nuovo massimo, portando l’indice Nasdaq Composite oltre gli 11 mila punti.

Ciò che sorprende è che solo tre anni fa le prime cinque aziende del settore - Alphabet, Amazon, Microsoft, Apple e Facebook - valevano complessivamente tremila miliardi di dollari, mentre oggi la sola coppia Apple-Amazon vale circa 3.600 miliardi.

Tag: apple, nasdaq, Borsa