Boomi, azienda specializzata in integrazione dei dati secondo il modello del cloud integration as-a-service, ha scelto il suo nuovo Ceo: Davide Meredith. Una nomina che giunge a qualche mese di distanza dallo spin-off di Boomi dal gruppo Dell Technologies, venduta per 4 miliardi di dollari ai fondi d’investimento Francisco Partners e TPG. A detta dell’ufficio stampa, la nomina del nuovo Ceo segna “una nuova fase di crescita per l’azienda”, oltre a segnare l’ingresso di Meredith all’interno di Boomi.

 

Il manager subentra nel ruolo di chief executive officer a Chris McNabb, che dopo nove anni in Boomi ha annunciato l’intenzione di ritirarsi dalle scene. “È stato un onore essere stato Ceo di Boomi negli ultimi nove anni”, ha dichiarato McNabb. “Voglio porgere i miei più sinceri ringraziamenti ai nostri dipendenti, il cui duro lavoro e la cui dedizione ci hanno permesso di raggiungere grandi risultati. Non ho dubbi che David sia la persona più adatta per guidare Boomi attraverso il suo prossimo capitolo di crescita e non vedo l'ora di collaborare con lui per garantire la migliore transizione".

Il nuovo Ceo ha alle spalle una carriera venticinquennale all’interno di aziende tecnologiche, tra cui Rackspace, Datapipe e, da ultima, Everbridge, società specializzata in software di Critical Event Management, che Meredith ha guidato per due anni e mezzo. "La grande esperienza di David nel fare crescere il business dei più importanti provider di software-as-a-service e infrastrutture e le sue capacità di leadership in questo mercato confermano il valore della scelta, che gli permetterà di guidare Boomi nella sua prossima fase di crescita", hanno dichiarato Brian Decker e Andrew Kowal di Francisco Partners.

 

Posizionata da Gartner all’interno del “Magic Quadrant” 2021 per l’Enterprise Integration Platform as a Service (EiPaaS), Boomi ha da poco annunciato di aver collegato con le proprie soluzioni quasi 200mila endpoint unici per 18mila clienti. Tra le recenti aggiunte all’offerta c’è AtomSphere Go, una piattaforma self-service per l’accesso a servizi di integrazione, gestione flussi di lavoro, gestione Api e altro ancora.