L’offerta di soluzioni per le Unified Communications di Cisco si rinnova per garantire una migliore esperienza d’uso nelle chiamate e nelle videochiamate per le riunioni virtuali. La lista delle novità comprende aggiornamenti di Webex, il nuovo  Webex Room Bar e il videotelefono da scrivania Cisco Video Phone 8875. Per quanto riguarda la piattaforma Ucc, Cisco ha puntato a ottimizzare la qualità e stabilità delle chiamate apportando alcuni aggiornamenti a Webex Calling, strumento interno alla suite di Webex (che include anche funzioni di messaggistica, riunioni, polling, whiteboarding, video asincrono e veicolazione di eventi).

Webex Calling può ora sfruttare l’intelligenza artificiale per la rimozione dei rumori di fondo anche per le chiamate PSTN (rete telefonica pubblica commutata) con partecipanti esterni. Con un solo clic direttamente nell'app Webex o dai dispositivi supportati è possibile eliminare il rumore di fondo di un utente esterno. Inoltre è stata aggiunta una funzionalità di site survivability, che permette di effettuare e ricevere chiamate PSTN durante un'interruzione di rete. Per attivarla e gestirla si può utilizzare l'Hub di controllo di Webex. Questi aggiornamenti saranno resi disponibili nel corso dell’estate.

 

La seconda novità, presentata qualche settimana fa e ora disponibile, si chiama Webex Room Bar ed è, appunto, una barra multimediale “all in one” che consente di trasformare le sale riunioni di dimensioni medie o anche quelle più piccole in un “vero e proprio hub per una collaborazione coinvolgente”, così lo definisce Cisco. In un dispositivo di dimensioni compatte sono racchiuse tecnologie hardware e software di alto livello, come una webcam da 12 mpx con zoom digitale 5X, che grazie all’intelligenza artificiale assicura sempre l’inquadratura di tutti i partecipanti alla riunione, mentre gli altoparlanti stereo, l’audio spaziale e la cancellazione del rumore di fondo tutelano la qualità delle conversazioni.

Webex Room Bar può essere collegato via Usb a un computer o a un monitor e supporta anche la modalità dual screen. Il sistema garantisce anche interoperabilità video con le piattaforme Ucc di terze parti, quindi è possibile usarlo non solo per le riunioni realizzate con Webex ma anche per quelle di Zoom, Microsoft Teams e Google Meet.  

 

 

 

 

Chiude il giro degli annunci il videotelefono da scrivania Cisco Video Phone 8875, che permette agli utenti Webex di effettuare telefonate e videoconferenze in modo comodo e poco stressante, sfruttando lo schermo touchscreen da 7 pollici a risoluzione 1080p per eseguire azioni (collegarsi a una riunione o fare una chiamata) e per vedere i propri interlocutori. Per autenticarsi e accedere a chiamate o riunioni video si può utilizzare un semplice codice QR. Il dispositivo permette di accedere al profilo, alle impostazioni e al calendario di Webex Suite, e anche qui non mancano le funzioni di intelligenza artificiale per la riduzione automatica dei rumori di fondo. Il videotelefono Cisco 8875 sarà ordinabile a partire da agosto.

 

“Nell'odierno ambiente di lavoro ibrido”, ha dichiarato Jeetu Patel, executive vice president e general manager di Cisco Security and Collaboration, “è essenziale che le aziende permettano ai dipendenti di vivere un'esperienza continuativa, senza interruzioni, indipendentemente dal luogo in cui scelgono di lavorare. E ciò include le chiamate, uno strumento sempre più integrato nei nostri flussi di lavoro quotidiani favorito dall'accelerazione dell'adozione del cloud. Cisco è leader del mercato delle chiamate in cloud e offre ai clienti un'esperienza sicura ed end-to-end".